[Parchi Disney] Fantasia e Creatività... a piede libero!

Forum dedicato alle discussioni su Disneyland Resort, Tokyo Disneyland Resort, Hong Kong Disneyland Resort.
Rispondi
Avatar utente
MikeCrane
Messaggi: 328
Iscritto il: 24 febbraio 2016, 9:05
Contatta:

[Parchi Disney] Fantasia e Creatività... a piede libero!

Messaggio da MikeCrane » 29 settembre 2018, 16:48

Non sapevo dove pubblicarlo, quindi l'ho messo qui in un nuovo topic

RAPUNZEL: FUGA DALLA TORRE

TIPOLOGIA: Montagne russe con caduta in picchiata verticale (dive coaster).
PARCO: Immaginato per Disney Enchanted Kingdom (parco inventato) o per un altro parco Disney.

INTRODUZIONE E IDEAZIONE: Come forse saprete, nei prossimi anni a Tokyo DisneySea aprirà una nuova area a tema Rapunzel. Questo mi ha ricordato che tempo fa, quando immaginavo un “mio” parco Disney italiano, Disney Enchanted Kingdom (di cui scriverò #presto, ma non prestissimo), volevo che ci fosse anche quello che allora era l'ultimo classico Disney (oltre che essere il 50°, che è un numero importante): Rapunzel.
Dopo l'idea di base serviva anche un'”esecuzione”. La prima cosa cui avevo pensato era stata una torre di caduta. Ma non ero convinto.
L'idea “definitiva” è ricaduta su delle montagne russe con caduta in picchiata verticale (un dive coaster, come Oblivion a Gardaland), con un'altezza massima di 20 metri (siamo pur sempre in un parco per famiglie!) come la lunghezza dichiarata dei capelli della principessa.
Lo so che per tanti motivi non rispetterebbe i canoni di un’attrazione Disney oltre al fatto che sarebbe qualcosa di probabilmente troppo intenso per i bambini e troppo tranquillo per i grandi, ma ho deciso di inventarlo comunque.

Ma intraprendiamo insieme questo viaggio!

*** ATTENZIONE: se avete poca familiarità con il film “Rapunzel - L'intreccio della torre” potreste far fatica a capire qualche riferimento ***

FILA: vediamo da fuori l’osteria Il Bell'Anatroccolo, che non è solo un punto ristoro, ma anche la parte finale della fila per l'attrazione RAPUNZEL: FUGA DALLA TORRE. Oltre l'osteria possiamo vedere una torre dalla quale esce una discesa verticale del binario giallo delle montagne russe. Prima di arrivare all'osteria attraversiamo un sentiero in una sorta di foresta con alberi tappezzati di manifesti con il ladro Flynn Rider ricercato, sempre con il naso disegnato sbagliato.

STAZIONE: nell’osteria, che è anche la stazione, risuonano musiche del film. Ci sono alcuni briganti animatronic che suonano ed ogni tanto cantano. Gli addetti all’attrazione (o cast member) sono anch'essi vestiti da briganti e magari avranno dei modi un po' bruschi nel farvi accomodare sui vagoni. Ogni vagone ha due file da 4 posti, quella dietro un po' più alta di quella davanti. Oltre al binario per il carico c'è un'altra parte di tracciato, su cui ogni tanto passano altri veicoli con velocità sostenuta. Imbarchiamoci!

SCENA 1: usciamo dall’osteria ed entriamo in una breve galleria comunicante con questa. Uscendo dalla grotta ci troviamo in una foresta, dove lentamente seguiamo Flynn Rider/Eugene (animatronic) mentre sta fuggendo. Una parete di foglie si apre davanti a noi e la attraversiamo per trovarci in una radura nascosta.

S2: davanti a noi si erge una torre, decidiamo di salirci (salita verticale sul lato della torre non visibile dalla fila).

S3: entrati da una finestra scopriamo che Eugene è stato legato da Rapunzel a una sedia e lei lo minaccia con una padella (scena con animatronic). Rapunzel gli propone un accordo: lei restituirà a Eugene la corona che lui aveva rubato e lui porterà la ragazza a vedere le lanterne. Il ladro accetta. Il binario ruota su se stesso a 90° per collegarsi con un'altra parte del tracciato, che esce da un'altra finestra. Ci affacciamo dalla finestra. Come Rapunzel siamo anche noi titubanti prima di calarci da 20 metri. Il vagone si ferma all'inizio della discesa. Rapunzel si fa (e ci fa) coraggio e conta ad alta voce “1, 2, 3!”. Poi ci caliamo usando i suoi capelli (il tracciato giallo rappresenterebbe i capelli).

S4: la discesa ci dà velocità, poi attraversiamo rapidamente un ruscello (con spruzzi al nostro passaggio) e facciamo una curva parabolica a ridosso di una collinetta. Con una larga curva seguiamo gli alberi che circondano la radura (passando vicino a Rapunzel che fa l’altalena da un albero usando i suoi stessi capelli mentre Eugene la guarda divertito) e poi ci addentriamo nella foresta.

S5: nella foresta incrociamo il cavallo Maximus, che sta dando la caccia a Eugene. Decidiamo di cercare un nascondiglio all'osteria Il Bell'Anatroccolo.

S6: passiamo rapidamente dalla stazione (siamo sull'”altro binario” di cui si parlava prima) e troviamo un passaggio segreto.

S7: il passaggio segreto ci porta in una grotta buia che percorriamo con velocità finché non ci blocchiamo. La strada è sbarrata. Ma abbiamo anche altri problemi: dalle pareti della grotta comincia a entrare dell'acqua (si vedono degli zampilli proiettati in mapping). Rapunzel fa illuminare i suoi capelli magici (video). Mentre Eugene e Rapunzel cominciano a spostare pietre, l'acqua fa peso sul terreno cedevole e… BAM! Cadiamo in verticale di qualche metro. Ci siamo spaventati, ma almeno si è aperto un varco che ci permette di allontanarci dalla grotta allagata. Per questo usciamo fuori, seguendo una discesa, per trovarci ancora nella foresta.

S8: nella foresta facciamo qualche curva e qualche piccola discesa e salita in una zona boschiva, ma con aspetti anche rocciosi (perché stiamo costeggiando LA MINIERA DEI 7 NANI, attrazione vicina). Questo fino ad un punto in cui la vegetazione si fa particolarmente fitta, creando una specie di corridoio/tunnel alla fine del quale pare di vedere una luce… anzi, delle luci.

S9: il veicolo rallenta. Ci troviamo a percorrere lentamente la riva di un lago (sembra un esterno, ma è un'illusione: in realtà la scena è al chiuso) dove vediamo Rapunzel ed Eugene su una barca sotto un cielo pieno di lanterne (mentre chiaramente cantano la loro canzone). In lontananza si vede il Castello del regno di Corona. Lasciamo soli Rapunzel ed Eugene e ripercorriamo un tratto di foresta per tornare all'osteria. Ma aspettate un momento! Mi pare o dietro ad un albero si nasconde Madre Gothel che guarda la scena architettando un piano malvagio? Non sappiamo cosa succede dopo perché noi torniamo in stazione e la nostra avventura finisce.

USCITA: ancora con l'adrenalina in corpo, ci dirigiamo verso l'uscita dalla stazione per entrare obbligatoriamente in un punto di ristorazione veloce tematizzato (un prolungamento dell'osteria) dal quale, in certi punti con apposite finestre, è possibile dare un'occhiata ai vagoni che passano per la stazione mentre si gusta un pasto ispirato ai sapori della Germania meridionale.

Vi piace l'idea? Vi incuriosirebbe? La fareste diversamente?

https://www.facebook.com/LUDPAT/posts/5 ... __tn__=K-R
One little spark of inspiration is at the heart of all creation

Avatar utente
MikeCrane
Messaggi: 328
Iscritto il: 24 febbraio 2016, 9:05
Contatta:

Re: [Parchi Disney] Fantasia e Creatività... a piede libero!

Messaggio da MikeCrane » 1 luglio 2019, 17:16

Qui ho voluto immaginare un log flume a tema Robin Hood Disney.

Che ne dite, vi piacerebbe?

https://ludpat.blogspot.com/2019/06/lud ... -urca.html
One little spark of inspiration is at the heart of all creation

Avatar utente
DANIL
Messaggi: 332
Iscritto il: 11 aprile 2019, 0:36

Re: [Parchi Disney] Fantasia e Creatività... a piede libero!

Messaggio da DANIL » 11 luglio 2019, 13:19

Ci starebbe tantissimo secondo me

Avatar utente
MikeCrane
Messaggi: 328
Iscritto il: 24 febbraio 2016, 9:05
Contatta:

Re: [Parchi Disney] Fantasia e Creatività... a piede libero!

Messaggio da MikeCrane » 2 febbraio 2020, 10:19

GLI INCUBI DELLA BELLA ADDORMENTATA

Stavolta ho immaginato una dark ride per Fantasyland di Magic Kingdom col tema del classico Disney del 1959.

Che ne dite?

https://ludpat.blogspot.com/2020/02/lud ... ncubi.html
(Al link trovate l'articolo con qualche immagine, tra cui un disegno del percorso)

TIPOLOGIA: attrazione scenografica del tipo “dark ride di Fantasyland".


PARCO: pensata per Magic Kingdom di Walt Disney World.

Animation Screencaps


INTRODUZIONE: è il 1971. Il secondo parco Disney, Magic Kingdom, apre le sue porte ai primi visitatori. Nella zona “Fantasyland“, ispirata alle fiabe ed ai primi cartoni animati della Disney, si possono trovare tre attrazioni di tipo dark ride corrispondenti a delle “sorelle maggiori" già presenti a Disneyland. I temi sono: Biancaneve (spaventosa), Peter Pan (incantevole) ed Il Vento fra i Salici (strana e folle).


Ma gli artisti della Disney, gli Imagineer, avrebbero voluto che il nuovo parco non fosse solo un Disneyland più grande. Le attrazioni, anche se simili per “mood", avrebbero dovuto avere temi diversi. In particolare pare che volessero: La Bella Addormentata nel Bosco (spaventosa), Mary Poppins (incantevole) e La Leggenda della Valle Addormentata o La Spada nella Roccia (l’uno o l'altro tema, per la dark ride strana e folle).


Da questa storia parte questo mini-progetto. Come sarebbe un'attrazione spaventosa su La Bella Addormentata nel Bosco?


Ho cercato su internet se ci fossero dei disegni o dei progetti raccontati, ma quello che ho trovato è stato poco. Il massimo sono poche righe sul sito mouseplanet.


Perciò ho deciso di inventare il contenuto che avrei voluto leggere, creando un’attrazione ispirata a Snow White’s Scary Adventures e ad altre attrazioni più o meno horror. Poi, visto che ormai siamo nel 2020, mi sono permesso di accedere a delle tecnologie non complessissime, ma che forse non sarebbe stato possibile impiegare nel 1971.

Alla fine dell'articolo, metterò qualche link in inglese delle versioni immaginate da altri per un'attrazione con lo stesso tema.


GLI INCUBI DELLA BELLA ADDORMENTATA (ONCE UPON A NIGHTMARE) 


L'ESPERIENZA


L'attrazione, rispetto ad altre più o meno moderne, è abbastanza semplice. Gli animatronic sono pochi e gli scenari sono perlopiù “piatti”. Anche alcuni personaggi sono bidimensionali.

Una luce ultravioletta rende più brillanti i colori delle scene.

Come in un’attrazione di Fantasyland dei primi tempi ho deciso di commettere l’errore di mettere i visitatori nei panni della principessa Aurora in pericolo (anche se in questo caso chi è in pericolo potrebbe essere anche il principe Filippo). Errore perché i primi ospiti non riuscivano a capire questa premessa ed al termine dell'esperienza si chiedevano confusi dove fosse il/la protagonista.


Questa dark ride si trova nell'area Fantasyland al posto dove ora si trova Princess Fairytale Hall (e dove fino al 2012 c'era Snow White‘s Scary Adventures).


ESTERNO E FILA: l'esterno e  la fila sono molto simili a quelli di Snow White’s Scary Adventures.

Quindi l'esterno consta di una “tenda da torneo" montata su un muro di castello. Allego una foto perché non saprei come descrivere meglio questa cosa.

Da Touring Plans 

La fila è piuttosto semplice.

All'ingresso vi sono due armature. Se si avvicina l'orecchio a queste si potrà sentire russare.

Lungo la fila c'è qualche stendardo che richiama le prime scene del film. In mezzo alla fila si trovano un arcolaio ed un libro de La Bella Addormentata nel Bosco tempestato di gemme. Sul prezioso volume è appollaiato un corvo, come a farci presagire che ci sia qualcosa di brutto stia per accadere…

Qua e là vi sono delle pergamene su cui è spiegato “Mettiti nei panni della principessa Aurora e vivi un'avventura da sogno! Ma ricorda: non tutti i sogni sono belli…”


STAZIONE D'IMBARCO: Davanti a noi c'è una foresta stilizzata con alberi bidimensionali. Si può scorgere un castello in lontananza.

Sulla destra il bosco diventa un groviglio di rovi e, fra questi, si nasconde la strega Malefica.

Sulla sinistra c'è un albero tridimensionale su cui sono appollaiati un gufo e degli uccellini amici di Aurora. Ai piedi della pianta ci sono due coniglietti. Poco oltre l'albero si intravede il tetto di una casetta nascosta fra le fronde.


Tra noi e la foresta c’è il binario su cui viaggiano i vagoni. I veicoli sono come tre panche in fila, ognuna con due posti (per un totale di sei passeggeri per volta). Sembrano fatte di legno intagliato. Sul lato sono scolpite le figure di uno scoiattolo e di una corona. Sul retro sono intagliati due grandi occhi verdi e minacciosi.


Decidiamo di ignorare gli occhi minacciosi e ci imbarchiamo per una nuova avventura!

Il percorso - di Ludpat Mike 


SCENA 1: partiamo e andiamo verso l'albero sulla sinistra. Sui suoi rami sono appollaiati un gufo e degli uccellini. Ai piedi della pianta ci sono due coniglietti. Questi animali sono nostri amici e sembrano salutarci sereni.

Nell'aria si sente una versione quasi incorporea di “Io domando". Questo dovrebbe farci capire che noi ora siamo la principessa Aurora.

Facciamo una curva attorno all'albero. Scopriamo che tra i rami che prima non potevamo vedere si nasconde Diablo, il corvo della strega Malefica.

C'è forse qualche pericolo? Davanti a noi c'è la casetta dove le fate Flora, Fauna e Serenella hanno nascosto ed allevato Aurora. È un posto sicuro dove rifugiarci. Decidiamo di entrare.


S 2: l'interno della casetta è buio. Davanti a noi c'è un tavolo con una torta di compleanno. L'unica luce è  quella delle candeline sulla torta, ma ci basta per intravvedere anche un bellissimo vestito blu adagiato su una sedia vicino al tavolo. È una sorpresa per il nostro sedicesimo compleanno.

Animation Screencaps

Qualcosa (un soffio di vento, forse?) spegne le candeline. Ora è davvero tutto buio.

Si accende più lontano un'altra luce, un'altra candela. Che siano le fate che ci stanno facendo una sorpresa?

Ci avviciniamo alla luce.

All'improvviso la luce si fa più forte. Con orrore vediamo che chi teneva quella candela altri non è che Malefica. La strega ci dice “Principessa Aurora, vi stavamo aspettando", poi ride circondata dai suoi demoniaci scagnozzi che scalpitano.


S 3: facciamo una curva ed entriamo in un tunnel rotante. Sulle pareti sono raffigurati gli scagnozzi della strega alternati a strisce di fuoco verde mentre risuona la risata di Malefica.

Ci hanno rapiti.


S 4: alla fine del tunnel c'è buio in cui si distinguono solo due occhi verdi. Quando usciamo dal tunnel si accende una luce intermittente che ci permette di vedere che davanti a noi c'è Malefica. Facciamo una curva per evitarla.


S 5: capiamo di essere nel castello della strega, nelle prigioni.

Sulla sinistra, in lontananza,  vediamo i sicari vittoriosi che ballano intorno ad un fuoco verde.


Sulla destra ci sono le prigioni. In una di queste c'è uno scheletro incatenato, in un'altra sono rinchiuse le tre fate buone. Flora e Fauna ci dicono preoccupate “Scappa via! È te che vuole!” mentre Serenella allunga un braccio fuori dalla cella cercando di raggiungere le loro bacchette magiche custodite da un demone addormentato.

Seguiamo il consiglio. Più avanti vediamo un arcolaio, ma non ce ne curiamo molto.

Troviamo un'uscita, ma il corvo di Malefica ci vede e comincia a gracchiare per dare l'allarme.

Riusciamo comunque ad uscire dal castello.


S 6: usciti dal castello di Malefica superiamo un ponte su un fossato di acqua verdastra e raggiungiamo il bosco.


S 7: è notte. Nel bosco vediamo di fronte a noi un albero. Sentiamo il verso di un gufo, vediamo che è il nostro amico appollaiato sull'albero con altri amici animali.

Ci avviciniamo all'albero, ma all'ultimo momento da dietro a questo spuntano due sicari di Malefica armati di balestra.

Sperando di salvarci scappiamo, sentendo le frecce mancarci di poco (sentiamo lo spostamento d'aria). Mentre fuggiamo una luce verde, un fuoco fatuo sembra seguirci.


S 8: un fulmine squarcia il cielo.

Vediamo davanti a noi il castello di Re Stefano, il padre di Aurora. Ci avviciniamo per rifugiarci o chiedere aiuto, ma all'improvviso la nostra strada viene bloccata da due siepi di rovi! (Sono dei pannelli rappresentanti dei rovi che “scivolano“ fino a bloccarci il passaggio)

Sentiamo una risata conosciuta: sulle mura del castello è apparsa Malefica.

Scappiamo costeggiando un lato del castello quando la strega fa un incantesimo per farci crollare addosso una torre.

Ci salviamo per un soffio.


S 9: mentre in cielo ci sono altri fulmini noi cerchiamo ancora di fuggire. Malefica ha fatto crescere un fitto bosco di rovi, che ha assunto quasi le caratteristiche di un labirinto.

Seguiamo un primo “corridoio" in cui le pareti di spine sembrano restringersi per schiacciarci.

Arriviamo in un secondo corridoio. Quando lo abbiamo percorso quasi tutto appare dal nulla uno scagnozzo di Malefica.

Scappiamo in un terzo corridoio. Questo è aperto. Ed in lontananza c'è la casetta nel bosco! Purtroppo, dopo un fulmine, la foresta di rovi cresce e due pareti di spine ci bloccano il passaggio all'ultimo.


S 10: entriamo in un quarto corridoio. C'è una musica calma, ma inquietante.

Accanto a noi è apparso il fuoco fatuo verde di prima. Procede più rapidamente  di noi, come ad indicarci una strada.

Il corvo Diablo attraversa in volo la scena sfiorando le nostre teste.

Il fuoco fatuo si ferma davanti a noi, a distanza, e si trasforma in Malefica.

La strega annuncia: “Adesso avrai a che fare con me! E con tutte le forze del male!“, poi si sente un tuono. Malefica sparisce con un lampo verde. Nel punto in cui stava poco prima appare un fascio di fuoco verde che continua verso destra.

Qualcosa ci attira in quella direzione.


S 11: Il fascio di fuoco verde si continua fino a rivelare un enorme drago di cui vediamo chiaramente la testa, le ali e le zampe anteriori.


Attorno la foresta sta bruciando di un fuoco verde.

Il drago ci guarda per un attimo coi suoi occhi verdi, poi spalanca le sue fauci e ci inonda con un getto di fuoco verde (in realtà è vapore) proprio mentre noi passiamo sotto ad esso.


S 12: entriamo in un ultimo tunnel rotante verde. Attorno a noi ruotano le immagini di arcolai e demoni mentre risuona ancora una volta la risata di Malefica.


Alla fine del tunnel si apre una porta e ci troviamo nuovamente nella stazione d'imbarco.


Siamo ancora vivi. Allora è stato solo un brutto sogno?


Cosa ne pensate? Farebbe troppa paura? 

La trovate troppo simile a Snow White’s Scary Adventures?


[Ludpat Mike] 


***


BONUS: su un forum l'utente Chris82 ha avuto un'idea diversa e, sinceramente, più originale e moderna della mia. Se sapete l'inglese andate a leggere la sua proposta qui.


***


Tutte le immagini del film vengono da Animation Screencaps


***
One little spark of inspiration is at the heart of all creation

Rispondi

Torna a “Altri parchi Disney nel mondo”