[Parchi Disney] Le versioni di It's a Small World

Forum dedicato alle discussioni su Disneyland Resort, Tokyo Disneyland Resort, Hong Kong Disneyland Resort.
Rispondi
mickeyfantasmic
Messaggi: 337
Iscritto il: 25 marzo 2003, 9:43

[Parchi Disney] Le versioni di It's a Small World

Messaggio da mickeyfantasmic » 4 gennaio 2009, 1:55

Ciao ragazzi

per varie ragioni (spero nessuno s'offenda ;-) ) ho postato su un'altro forum in risposta a un post un qualcosa che alla fine è diventato una specii "d'articolo"
sperando che nessuno s'offenda e basandomi sul principio che condivide le consocenze/informazioni porta un beneficio per tutti riposto tutto anche sull'adorato Parksmania
molto di voi magari conosceranno la storia di com'è nata it's a small world ma per gl'altri eccola qua:

abbraccio

---------------------

parlando di it's a Small world vale sicuramente la pena, se avete voglia e pazienza consocere meglio cosa significhi quest'attrazione, e il periodo in cui è nata per la Disney , e Disneyland.

It's a small world nasce come quarta attrazione (con W.E.D. già alle strette per tempo da destinare alla progettazione delle altre 3 già commissionate) per la fiera mondiale (World Fair) del 1964 a Flashing Medows (New York).

Walt Disney fù approcciato da Robert Moses, presedente della fiera, nel 1962 chiedendgli cosa pensava delle fiere mondiali, fecero un giro assieme per l'azienda privata di Walt (W.E.D. - l'attuale imagineering- W.E.D. infatti stava per Walter Elias Disney e non era legata alla Walt Disney Productions) e Moses si innamoro dell'idea di una rappresentazione in forma di Audio Animatroni dei Presidenti degli USA.

Walt disse subito che una versione con tutti i Presidenti non sarebbe stata possibile ma Moses richiese, per il padiglione dell'Illinoise la figura di Abramo Lincoln (Presidente che anche Walt adorava).

Moses organizzò poi che Walt incontrasse vari mega dirigenti d'aziende Americane che avrebbero esposto , ed erano senza idee (ma con tanti soldini) per la fiera.

Nacquero la "Magic Skyway" per la Ford Motorcars (la General Motors, molto più grande disse no a Walt) e il "Carosel of Progress" per la General Electric.

Intanto passavano i mesi e queste 3 attrazioni avevano fagocitato quasi tutte le risorse di WED.
I cantieri a Disneyland si erano fermati nel 63 per New Orleans Square e per quel museo delle cere con scene di bucanieri che doveva nascere come camminata con guida nel basamento della nuova land ora ferma.
La casa dei fantasmi era stata costruita come una facciata ma nessun fantasma si era visto aggirare da quelle parti.

Tutti a lavorare per la fiera erano gli imagineers...
ppassano mesi siamo ormai a 10 mesi dall'apertura della Fiera...

...squilla il telefono
risponde in dirigente di W.E.D.
"Salve siamo della Pepsi, vorremmo avere anche noi un'attrazione fatta da voi per la fiera; e vorremmo "donarla" all'Unicef"
il dirigente risponde gentilmente "mi spaice ma non abbiamo ne tempo ne risorse ormai".

2 giorni dopo Walt scopre l'accaduto, e dice al dirigente "certe decisioni le prendo io da queste parti! Ora richiama la Pepsi e digli che facciamo la loro maledetta attrazione!".

Ma non resta molto tempo...9 mesi e pochi giorni...

Walt decide di chiamare Marc Davis , l'animatore che ha soffiato vita a Campanellino, Wendy Darling, Malefica, Crudelia demon e tanti altri e che aveva aiutati i suoi imaginers a dare una sistemata in versione umoristica alla Jungle Cruise.

"Marc c'è bisogno di te a WED; puoi venire a dare una mano perfavore" (da quel giorno Marc Davis non tornò più all'animazione).
Marc porto con se Mary Blair, esperta del colore (assistente su Sleeping beauty e molti altri) e assieme decisero di fare una semplice crociera con i bambini del mondo che cantavano i loro inni....bambole tutte uguali, alcune nere alcune bianche, che cantano i loro inni rappresentando con lingua e vestiti le loro nazioni.

Prima ancora di decidere cosa sarebbe stata l'attrazione decidono di costruire un edificio a forma di L (facile da riempire successivamente) sul terreno della fiera.

Risolvono i problema del movimento creando un fiume (attenzione; a Parigi tutto l'edificio è allagato fino alle scene- nella versione originale, e a Hong Kong, si è in un fiume) e spingendo le barchette con pompe d'acqua...un nuovo ingengoso sistema.

Montano un "mock up" (provino) a Glendale, sede di W.E.D; la barca si muove , i costumi sono splendidi e le bambole fantastiche...
...ma gl'inni sono una cacofonia incredibile!
2 settimana bloccati....

Walt arriva e dice "Chiamate i fratelli Sherman" (Walt era un tipo di poche parole, molto taglienti, precise e carismatiche)
che avevano già aiutato sulle colonne sonore del libro della giungla, Mary Poppins e tanti altri...

24 ore dopo Robert e Richard Sherman arrivano con una canzone con 1 ritornello e due versi che può essere cantata in ogni lingua del mondo...

...e ancora oggi resta nelle nostre teste!

Ma quest'attrazione è anche importante per aver permesso di sviluppare il sistema che poi ha trasformato quel "museo delle cere" in un'avventura piratesca come "Pirates of the Caribeen" dato che senza il sistema sviluppato per Small World per la fiera non avrebbero deciso di trasformare quel "walk through" nel pirates che conosciamo noi.

E senza Moses che s'innamora e porta l'animatrone di lincoln alla fiera non avremmo Buzz, i pirati, o i fantasmi...
...e senza il sistema sviluppato per la ford magic skyway per la fiera la Haunted Mansion non avrebbe avuto i suoi veicoli sempre in movimento (sistema "omnimover").

Spero non non avervi annoiato
...quando fate Small World ricordatevi quello che significa, come attrazione e periodo per la Disney ;-)
Andrea "MickeyFantasmic" Monti
Dream it and do it!

Avatar utente
Matteo Muschio
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1482
Iscritto il: 30 giugno 2006, 13:45
Località: Martinengo (BG)

Re: Storia di it's a small world

Messaggio da Matteo Muschio » 4 gennaio 2009, 11:47

Grazie mile Andrea, queste storie delle attrazioni sono sempreinteressantissime. Soprattutto quando si parla di quel grande uomo quale era Walt Disney.
It's a small world è davvero un'attrazione che nella sua semplicità sa trasmettere magia e calore, si vede tutto l'amore trasmesso in essa. =D>
Matteo Muschio
Moderatore della community

Avatar utente
Mickey Paris
Messaggi: 96
Iscritto il: 10 gennaio 2006, 9:57
Località: Borgo San Lorenzo

Re: Storia di it's a small world

Messaggio da Mickey Paris » 4 gennaio 2009, 14:37

Beh quello che mi piace di It's A Small World è il messaggio che c'è dietro, che il mondo è piccolo e che siamo tutti uguali a distinguere dal colore o dalla religione, nel mondo di Disneyland questo lo si vede tutti i giorni (ci sono tutte le nazionalita e colori di pelle a disneyland), ma nel mondo reale non è sempre cosi e sarebbe bello che tutti ce lo ricordassimo questo era anche il messagio di Walt :wink:

Avatar utente
Matteo Muschio
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1482
Iscritto il: 30 giugno 2006, 13:45
Località: Martinengo (BG)

Re: Storia di it's a small world

Messaggio da Matteo Muschio » 7 gennaio 2009, 18:15

Domanda: per chi ne ha viste diverse versioni, cambia molto tra l'una e l'altra?
Io ad esempio ho visto quella di Orlando... che ne pensi? Qual è la migliore?
Matteo Muschio
Moderatore della community

Emanuele
Messaggi: 603
Iscritto il: 13 settembre 2007, 16:46
Località: Querceta di Seravezza (LU)

Re: Storia di it's a small world

Messaggio da Emanuele » 7 gennaio 2009, 18:49

Come ho già detto, pensavo fosse una vera e propria cretinata, ma quando poi (per pura curiosità) l'ho vista, me ne sono innamorato e vorrei tanto vederla dal vero!
Ultima modifica di Emanuele il 31 dicembre 2013, 11:41, modificato 1 volta in totale.

mickeyfantasmic
Messaggi: 337
Iscritto il: 25 marzo 2003, 9:43

Re: Storia di it's a small world

Messaggio da mickeyfantasmic » 7 gennaio 2009, 23:21

molti ne parlano male ma in realtà l'adorano
altri si vergognano ma li becchi che canticchiano la canzone

certo che può sembrare una cretinata (una mia amica dice sempre "datemi un fucile per sparare ai playmobile che ti fanno ciao con la manina focomelica") ma è un must è ha uno charme, un cuore, tutto suo
Andrea "MickeyFantasmic" Monti
Dream it and do it!

Danilo
Messaggi: 6407
Iscritto il: 26 aprile 2007, 17:12
Località: Crema

Re: Storia di it's a small world

Messaggio da Danilo » 8 gennaio 2009, 14:58

Quella canzone è quanto di più malefico una mente umana potesse ideare!!!!!!
E' incredibile quanto rimbalzi nella testa e quante volte ci si accorga di canticchiarla nella mente o soprapensiero canticchiarla proprio, facendo persino figure in mezzo ai colleghi!!!!!!


Diabolica, altro che le frasi al contrario dela storia del Rock, e qui Playmobil........sfido chi ipnotizzato dalla canzone e da quell'insieme persino psichedelico di figure e colori non si sia ritrovato a filmare l'attrazione dal primo all'ultimo metro senza rendersene conto.............
Indossa le cinture, rispetta i limiti, non guidare se bevi, non drogarti a prescindere e se vuoi provare forti emozioni scendi in pista e frequenta i parchi!!!!!

La vita godila, non sprecarla.......

Avatar utente
Sandro85
Messaggi: 489
Iscritto il: 26 giugno 2005, 22:05
Località: Marciana (PI)

Re: Storia di it's a small world

Messaggio da Sandro85 » 9 gennaio 2009, 11:20

Danilo ha scritto:.sfido chi ipnotizzato dalla canzone e da quell'insieme persino psichedelico di figure e colori non si sia ritrovato a filmare l'attrazione dal primo all'ultimo metro senza rendersene conto.............
eheheh...ehm... tutto ciò mi ricorda qualcuno!
Quando sono andato a Disneyland Paris conoscevo quest'attrazione abbastanza sommariamente e sono salito su una barca senza aspettarmi chissà cosa...
... ho fatto tutto il giro guardando gli animatronics a bocca aperta continuando a dire "ma è bellissimo!"
Grazie mille Andrea per la storia, davvero molto interessante. Conoscere ciò che c'è dietro alla costruzione di un'attrazione aiuta ad apprezzarla ancora di più.
Unico neo di questo topic? Beh, mi avete fatto pensare alla canzoncina e ora non mi esce più dal cranio! :lol:
Sandro

Avatar utente
Sam88
Messaggi: 1165
Iscritto il: 12 settembre 2012, 20:22

50° Anniversario di "it's a small world"

Messaggio da Sam88 » 10 aprile 2014, 16:13

Now we can soar beyond the stars!!!!

Sei a Gardaland!!!!

Rispondi

Torna a “Altri parchi Disney nel mondo”