Cosa manca al parco per diventare il numero 1 in Italia?

Forum dedicato alle discussioni su MagicLand.
Rispondi
Avatar utente
dibilele
Messaggi: 8759
Iscritto il: 1 ottobre 2009, 22:06
Località: Roma
Contatta:

Re: Cosa manca al parco per diventare il numero 1 in Italia?

Messaggio da dibilele » 31 gennaio 2012, 19:34

Quest'anno ci sono stati molti cast member che hanno lavorato bene, con gentilezza e impegno... ma alcuni scorbutici e antipatici, oltre che maleducati (come quello dell'esempio che ho fatto)! Così non può andare...
dibilele YT

Avatar utente
theif
Messaggi: 286
Iscritto il: 7 aprile 2011, 12:47

Re: Cosa manca al parco per diventare il numero 1 in Italia?

Messaggio da theif » 1 febbraio 2012, 12:28

Anaketon ha scritto:Giusto appunto, il problema è proprio nella formazione e sopratutto nella selezione del personale, non tutti hanno la pazienza e le "Doti" per rapportarsi con il pubblico, quindi si auspica che in futuro, selezioneranno i candidati con idee chiare, ed una volta selezionati sapranno dirottarli dopo una pre formazione, nei vari reparti, che non sono solo di prima linea.

A Zoomarine, struttura che visitai nel 2010, travi personale preparato e sufficientemente inquadrato, quindi da questo punto di vista sono sicuro che le cose miglioreranno, visto che la maggior parte delle assunzioni sono stagionali, e quindi ci sarà un fisiologico turnover con il precedente esercizio.
dibilele ha scritto:Quest'anno ci sono stati molti cast member che hanno lavorato bene, con gentilezza e impegno... ma alcuni scorbutici e antipatici, oltre che maleducati (come quello dell'esempio che ho fatto)! Così non può andare...
Sicuramente è necessario valutare le attitudini, ma in un parco di media grandezza come questo, molti cast member devono avere la funzione di "jolly" e devono adattarsi a coprire più ruoli (quindi non solo poter gestire differenti attrazioni ma anche sostituire colleghi malati o in ferie in altri reparti) per cui devono poter essere impiegati in modi diversi.
Una reazione da parte di un operatore come quella documentata da dibilele è inaccettabile e la selezione (direi esclusione) di questi soggetti si può effettuare solo impiegando controlli random di ispettori della qualità mischiati tra i guest che relazionino simili eventi alla direzione del personale. Senza quindi nessun contatto diretto tra questi ed il personale, il richiamo arriverebbe dai superiori (opportunamente allertati dalle relazioni settimanali redatte dagli ispettori).
Un controllo qualità costante e di basso profilo senza piazzate e scenate durante l'orario di lavoro.
Sentirsi sempre sotto controllo non danneggerebbe il lavoro dei cast member corretti (che non hanno nulla da nascondere) ma anzi evidenzierebbe subito i soggetti inadatti (con poca pazienza, rispetto e poca voglia di lavorare).
Altro grosso problema resta proprio la stagionalità del lavoro. Chi già sa di non tornare la prossima stagione lavora male e non ha alcun incentivo a rendere un buon servizio.
Fidelizzare la forza lavoro, incentivarla, premiarla in base ai risultati conseguiti è la linea guida adottata da tutti i parchi di un certo livello, consapevoli che il primo investimento duraturo sono i cast member, gli uomini della sicurezza, i gestori di chioschi e punti ristoro che "rappresentano" il parco.
Sono loro l'immagine che il parco imprime nei guest.
Sono la discriminante tra il ritornare a fare una nuova visita o metterci una croce sopra e puntare ad altre destinazioni.
theif ©2011-12 L.248/2000. Il divertimento è una cosa seria!

Avatar utente
Marada78
Messaggi: 1795
Iscritto il: 27 giugno 2011, 8:07
Località: ROMA

Re: Cosa manca al parco per diventare il numero 1 in Italia?

Messaggio da Marada78 » 29 febbraio 2012, 15:27

Volevo prendere una strada diversa e più che un prematuro confronto con parchi aperti da 20 e 30 anni, trasformare il topic in una sorta di action plan per i prossimi 5 anni. Si tratta di divertirsi raccogliendo idee interessanti per sviluppare il parco e poi bilanciarle economicamente su 5 anni per renderle sostenibili sia nel tempo, sia cumulativamente pensando ad un budget di circa 50-70 M€. Faccio un esempio (i budget li ho buttati un po' li', perdonatemi le imprecisioni):

2013
- Splash Battle (e vabbè non è una ipotesi ma mettiamocelo) - Budget zero (già allocato).
- Flat Ride di tipologia Pirate Ship tematizzata Celtica vicino Isola Volante Budget 3M€
- Flat Ride di tipologia Giant Frisbee tematizzata Fantasia o Stella Marina area boschetto palabaleno Budget 5M€

2014
- Woden Coaster GCI altezza 40 metri tematizzato Antica Roma area dietro Alfea Budget 20M€

2015
- Log Flume dentro Cagliostro, incastrato con lo spinning, completamento tematizzazione interna. Budget 7M€

2016
- Dark ride in battello sul tipo Fata Morgana, a tema Mille e una notte, area di estensione. Budget 25M€
- Wild Mouse a tema Tommy&Oscar sempre area di estensione,oppure accanto a Bombo. Budget 5M€

2017
-Ingresso secondario del parco nell'area di estensione.
-Monorotaia che circonda il parco con stazioni vicine ai due ingressi principale e secondario. Budget 5M€
La magia è negli occhi di chi guarda. (Anonimo)

jojo
Messaggi: 259
Iscritto il: 2 giugno 2011, 11:20

Re: Cosa manca al parco per diventare il numero 1 in Italia?

Messaggio da jojo » 29 febbraio 2012, 15:33

le flat non i piacciono, mi fanno pensare troppo al luneur - anche il wooden coaster, o è enorme o non vale la pena - meglio un flying magati come tatsu - sarebbe una novità vera in italia anche se è un investimento forte

Avatar utente
Marada78
Messaggi: 1795
Iscritto il: 27 giugno 2011, 8:07
Località: ROMA

Re: Cosa manca al parco per diventare il numero 1 in Italia?

Messaggio da Marada78 » 29 febbraio 2012, 15:48

Ti posso dar ragione sulle flat, ma secondo me in questo parco almeno un paio servono perchè senza togliere molto spazio possono essere formidabili mangiacoda e anche regalare adrenalina ad un fetta di pubblico al momento bistrattata a Magicland.

Sul wooden, beh gusti, però credo che in questo momento andremmo a colmare una mancanza grave in Italia. Molto più grave che non l'assenza di un flying.
La magia è negli occhi di chi guarda. (Anonimo)

Avatar utente
dibilele
Messaggi: 8759
Iscritto il: 1 ottobre 2009, 22:06
Località: Roma
Contatta:

Re: Cosa manca al parco per diventare il numero 1 in Italia?

Messaggio da dibilele » 29 febbraio 2012, 15:51

Un wooden sarebbe spettacolare, sia come attrazione in sé, sia come impatto visivo creato nel parco. Nel Regno della Magia starebbe benissimo e si inserirebbe sicuramente in modo più armonioso, secondo me... :D Anche se un flying... =P~
dibilele YT

Avatar utente
artax92
Messaggi: 4069
Iscritto il: 24 aprile 2008, 19:21
Località: Verona

Re: Cosa manca al parco per diventare il numero 1 in Italia?

Messaggio da artax92 » 29 febbraio 2012, 15:54

Bella idea Marada... Raccogliere tutte le possibili novità del Parco =D>
"Un sogno è reale se viene condiviso..."

Avatar utente
davidone
Messaggi: 80
Iscritto il: 24 gennaio 2012, 13:16
Località: Roma

Re: Cosa manca al parco per diventare il numero 1 in Italia?

Messaggio da davidone » 29 febbraio 2012, 16:10

beh sarebbe tutto molto bello.....
però 70 milioni sono sempre 70 milioni. mi sembrano un pò tantini per soli cinque anni di attività.
magari mi smentiscono (magari mi smentissero!) però sembrano dei voli pindarici
Sirio è la mia stella

Avatar utente
Marada78
Messaggi: 1795
Iscritto il: 27 giugno 2011, 8:07
Località: ROMA

Re: Cosa manca al parco per diventare il numero 1 in Italia?

Messaggio da Marada78 » 29 febbraio 2012, 16:25

davidone ha scritto:però 70 milioni sono sempre 70 milioni. mi sembrano un pò tantini per soli cinque anni di attività.
Ho proposto quel budget solo perchè avendo letto a suo tempo una intervista a Taini che diceva che dei 300 M€ stanziati ne hanno usati 100 per la costruzione del parco, ipotizzando ne abbiano usati meno in questo giro di messa a punto (30 a voler esagerare), che 100 li useranno per alberghi ed infrastrutture e altri costi, 70 mi sembrava sensato.
dibilele ha scritto:Anche se un flying... =P~
Se percorriamo la strada di un secondo steel, io trovo che una buona alternativa al flying sono i suspended. E parlo di suspended e non di inverted, non solo per evitare il confronto con Katun ma anche perchè i suspended prodotti dalla Arrow rappresentano una esperienza particolare per chi li ha provati (non io, preciso) , almeno quanto un flying.
Nella foto Eagle Fortress di Everland (attualmente SBNO). Qualcuno storcerà il naso, ma anche l'usato a me andrebbe bene :)

La magia è negli occhi di chi guarda. (Anonimo)

Avatar utente
davidone
Messaggi: 80
Iscritto il: 24 gennaio 2012, 13:16
Località: Roma

Re: Cosa manca al parco per diventare il numero 1 in Italia?

Messaggio da davidone » 29 febbraio 2012, 17:07

Marada78 ha scritto: Ho proposto quel budget solo perchè avendo letto a suo tempo una intervista a Taini che diceva che dei 300 M€ stanziati ne hanno usati 100 per la costruzione del parco, ipotizzando ne abbiano usati meno in questo giro di messa a punto (30 a voler esagerare), che 100 li useranno per alberghi ed infrastrutture e altri costi, 70 mi sembrava sensato.
se così fosse sarei uno degli uomini più felici del mondo. però possibile che creare un parco di quelle dimensioni da zero sia costato "soltanto" (uso le virgolette) un centinaio di milioni? con tutta quella tematizzazione? lo dico perchè sono il primo a non volermi illudere, per poi magari leccarmi i baffi
Sirio è la mia stella

Avatar utente
Marada78
Messaggi: 1795
Iscritto il: 27 giugno 2011, 8:07
Località: ROMA

Re: Cosa manca al parco per diventare il numero 1 in Italia?

Messaggio da Marada78 » 29 febbraio 2012, 17:56

Neanche io mi illuderei troppo, l'action plan è più che altro un gioco. Comunque l'articolo di agosto 2011 fino a smentita/correzione resta.

LINK
La magia è negli occhi di chi guarda. (Anonimo)

Stig
Messaggi: 4926
Iscritto il: 2 luglio 2009, 12:42

Re: Cosa manca al parco per diventare il numero 1 in Italia?

Messaggio da Stig » 29 febbraio 2012, 19:50

belle idee!! sopratutto il wodden che in realta' potrebbe costare molto meno di 20 milioni di euro! Troy per esempio che e' considerato il wodden migliore d'Europa e' costato solamente 6.5 milioni!

OmbraNotturna
Messaggi: 2256
Iscritto il: 24 giugno 2011, 9:07

Re: Cosa manca al parco per diventare il numero 1 in Italia?

Messaggio da OmbraNotturna » 29 febbraio 2012, 20:38

Segnalo questo articolo dove si parla pure di investimenti futuri.
Dice 300 già spesi e 80 in arrivo ( ma con alberghi) ...
http://www.ilsole24ore.com/art/economia ... d=AaWxmIzE
** Giulio **

Stefano81
Messaggi: 717
Iscritto il: 14 marzo 2007, 21:12
Località: Roma

Re: Cosa manca al parco per diventare il numero 1 in Italia?

Messaggio da Stefano81 » 29 febbraio 2012, 23:06

non mi è mai piaciuta il tipo di annunci di zoomarine quindi credo che finchè non vedo con i miei occhi questi miglioramenti non esulterò più di tanto. A parole so buoni tutti, vediamo i fatti :wink:
Il sito di Gallo di Tagliacozzo

Avatar utente
Marada78
Messaggi: 1795
Iscritto il: 27 giugno 2011, 8:07
Località: ROMA

Re: Cosa manca al parco per diventare il numero 1 in Italia?

Messaggio da Marada78 » 1 marzo 2012, 0:01

2,4 Milioni di visitatori nel 2030? Mazza pensano in grande. #-o Ma dai! :lol:
La magia è negli occhi di chi guarda. (Anonimo)

Rispondi

Torna a “MagicLand”