Motivazioni dei premi

Per discutere degli Oscar dei Parchi di Divertimento.
Nimaxx
Messaggi: 25
Iscritto il: 31 maggio 2005, 18:12

Re: Motivazioni dei premi

Messaggio da Nimaxx » 23 settembre 2008, 17:05

Più ci penso e più non riesco a cogliere il vostro significato alla parola "originale". Quindi se io costruisco una statua della libertà in Italia sono originale perchè nessuno "in Italia" l'ha mai fatto. Allora diciamo le cose come stanno...costruiamo un minetrain stile Disney (perchè sempre dentro una montagna si entra miniera o grotta che sia) visto che la maggiorparte della gente che si puo permettere solo il viaggio a Gardaland non potrà mai sapere che invece a Parigi c'è una copia spudorata fatta meglio. Passiamo da originali solo per chi non ha competenza in materia....per il grande pubblico che porta i soldi.
Perfetto...non vengo certo a dire io a Gardaland cosa deve costruire nonostante mi possa piacere un kingdaKa..solo che da Parksmania mi aspettavo un lavoro più tecnico invece di un giudizio popolare. Tipo anche il teatro per giudicare uno show....mi vien da pensare che Gardaland vincerà sempre visto che ha un bel teatro.
Tutti i miei amici che sono saliti sul Mammuth hanno notato l'incredibile somiglianza....poi se voi mi dite che hanno cambiato qualcosa per me non è abbastanza per un parco che ha speso cosi tanti soldi.
Non riesco poi a capire l'accanimento verso l'opinione che ho dato. Non ho mai detto di essere IO originale, non ho mai detto che voglio un Kingda Ka a Gardaland. La so benissimo la storia del "accontentiamo la più vasta fascia di clientela"....ed è giusto che sia cosi. Gardaland mica apre un parco gratis. Me la prendevo solo con chi ha deciso i premi perchè per me non ha valutato in modo corretto. Puoi far vincere il Mammuth...il Mammuth deve vincere perchè comunque ha avuto successo, molta pubblicità, e divertente, ecc... son gusti!!! Ma lo staff di Parksmania non mi può dire che quel maintrain e' "originale". Non mi aspetto una causale cosi banale ed errata. Solo questo veramente non comprendo. Non potete negarlo...sembra il big thunder!!
Vedetevi i video di Talocan su youtube....un normale Top Spin viene abbellito. E' un top spin lo so...ma ti affascina il tutto. Una tower of terror è alla fine una free fall...ma Disney ha usato la fantasia. Poi se mi volete dire che il mammouth è originale perchè ha i vagoni colorati differentemente, il percorso è differente, la montagna è differente, il tunnel dove entra il trenino è differente allora non avete capito il mio messaggio oppure abbiamo un concetto differente di "originalità" :)

Per quanto riguarda la mia banalità nel preferire quelle attrazioni non vedo proprio come Clamp81 possa giudicare i miei gusti. Io ho dato un parere...non mi sono vantato di essere originale....ma si vede che qualcuno non ha afferrato il vero problema del mio post!
Ultima modifica di Nimaxx il 23 settembre 2008, 17:44, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Roberto Canovi
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 2463
Iscritto il: 24 dicembre 2002, 19:02

Re: Motivazioni dei premi

Messaggio da Roberto Canovi » 23 settembre 2008, 17:42

Grazie per l'opportunità che mi dai per approfondire alcune tematiche, fermo restando che non cercherò di farti cambiare idea ma solo di esprimere il mio/nostro punto di vista.
Nimaxx ha scritto: 1- Come si fa a dire che Mammuth è un ride "caratterizzato da una scenografia imponente e originale" quando sinceramente bastava fare un viaggio nei parchi Disney, scopiazzare il "Big thunder mountain", e metterci l'incontro finale con l'animale di turno (lo Yeti in Expedition Everest....a l'Italia è capitato il Mammuth). Cavolo ma essere originali sapete cosa vuol dire? Carta bianca e comincio da zero...ecco cosa vuol dire. Un mine train non vuol dire per forza che debba morire da mine train...con la fantasia ti puo diventare una macchina del tempo....un invenzione ottocentesca per esplorare gli abissi....una suppostona....qualsiasi cosa.... Ma cavolo questi hanno la possibilità di creare un mondo intero....non lo fanno...e voi li premiate per l'originalità? Bohh...
Di attrazioni degne di tal nome outdoor a tema artico o comunque con la neve nel mondo, mi risulta ce ne siano solo 2 in Florida (Expedition Everest e addirittura un parco intero, Blizzard Beach). In Europa Zero... per cui mi pare indubitabile che per il mercato europeo e italiano, si tratti di una novità. Nelle nostre valutazioni dobbiamo sempre tenere conto di due cose:
1) il pubblico normale non sa nemmeno cos'è Expedition Everest, e il pubblico normale significa decine di milioni di persone :-)
2) il premio è "migliore nuova attrazione italiana" e non "attrazione più originale dei parchi mondiali" :-)
Per quanto riguarda l'originalità delle idee, sono d'accordo che si potrebbe anche pensare di tematizzare un mine train come un gigantesco water, creare le carrozze a forma di escremento e fare scendere sul percorso enormi cascate d'acqua proprio come uno sciacquone... Cavolo, quello si che sarebbe originale! :-)
A parte gli scherzi, con la fantasia si può fare tutto, ma in realtà vi sono alcune limitazioni sia tecniche che (soprattutto) economiche che limitano la fantasia quando si tratta di realizzare una scenografia di dimensioni notevoli.
La struttura di un Mine train da 1000 metri, considerando anche la sua altezza, non permette di realizzare strutture eccessivamente squadrate (e uno dei difetti di Mammut sono proprio alcune montagne quadrate, ma almeno sono piccole), che avrebbero un pessimo impatto scenografico.
Pensa ad un enorme water piazzato a fianco di Blu Tornado e Flying Island... già quelle due attrazioni fanno piuttosto c....e non possiamo prorpio pensare di mettere anche il water, pur se sarebbe perfettamente in tema con le altre due. Però, dai, un gigantesco water dalle pareti lisce, bianche e magari smaltate, con un bello scopettino di ceramica a fianco non si può dire che starebbe bene con lo sfondo del lago di Garda...
Tutto questo per dire che per un mine train è obbligatorio o quasi realizzare tematizzazioni che abbiano della roccia. Gardaland è il solo a non avere realizzato il solito percorso nella miniera nel far west (Colorado) o nel Bryce Canyon (Big Thunder Mountain) e dunque tutta quella neve e la base russa mi sembra abbastanza originale, no? E poi come non dire che è imponente? Non è imponente secondo te? Cosa si può fare di più imponente con un budget di 10 milioni di euro o poco più (lasciamo stare le cifre ufficiali). Lo sapete che le parti in scultura costano dai 250 ai 400 euro al metro quadro? Quelle in resina con stampo un po' meno, ma fai un po' di calcoli e poi passa un po' la voglia di lavorare di fantasia... :-)
Nimaxx ha scritto:ma non è la stessa Gardaland che vuole aggiornare il "magic mountain" con l'incontro finale con uno Yeti? ma metterci un unicorno? un polipo? una tarma gigante che si mangia il Sequoia Adventure? no....loro ci mettono lo Yeti perchè fa molto originale...sarà che puntano ad un altro premio il prossimo anno!)
Sinceramente non sono ancora salito su "Reset"....purtroppo mi sembra inferiore ad un MIB degli universal...ma almeno Mirabilandia è stata innovativa in tutto (cosi penso...poi se sono male informato ditemelo). Graffiti...scenografie...apprezzo molto di più questo lavoro.
Premesso che non è affatto sicuro che venga tematizzato Magic Mountain nel prossimo anno (era solo un sondaggio, le decisioni non sono ancora state comunicate), essendo un'area con un'abbozzo di tematizzazione in stile foreste del nord degli Stati Uniti (Sequoia Adventure e Colorado Boat), non mi pare una cattiva idea pensare a Big Foot. Onestamente, tematizzare Magic Mountain come un gigantesco water, nonostante anche Sequoia Adventure faccia espletare discretamente una funzione corporale, non mi pare il caso. E poi costerebbe troppo... ;-)

Per quanto riguarda Reset, lo dico anche io che PURTROPPO non assomiglia a MIB, ma oserei anche fare notare che è costata oltre 10 volte di meno :-). Mirabilandia non è stata innovativa nella tipologia, perchè di shooting ride in Europa ormai ve ne sono parecchi, ma lo è stata nel tema scelto per la scenografia. Di New York distrutte, almeno nel settore dei parchi, se ne sono viste veramente poche fino ad ora nel mondo e addirittura, purtroppo (e questa volta non è ironico) l'unica che aveva una similitudine con New York distrutta da King Kong (Kongfrontation agli Universal Studios in Florida), è stata chiusa alcuni anni fa. E comunque, per l'Italia, uno shooting ride è un'assoluta novità e se ne sentiva il bisogno, così come, sempre a nostro parere, si sentiva il bisogno di un family coaster come Mammut... Le code che troppo spesso oltrepassano l'ora di attesa nonostante l'alta capacità oraria stanno a dimostrare che non ci siamo poi sbagliati molto sul gradimento del pubblico nei confronti di un'attrazione simile, adatta veramente a tutti e, contrariamente a quanto affermi, decisamente più intensa (salvo la discesa finale di Big Thunder Mountain) di quella di Parigi. Solo quella di Phantasialand è ancora più "cattiva".
Nimaxx ha scritto:2- "Un'attrazione di cui si sentiva la mancanza" ...cosa alquanto soggettiva....a me manca un KingdaKa, uno Spiderman the Ride degli universal, un Winnie the Pooh del Tokyo Disney....un Eejanaika...ma questi son punti di vista.
Ho già risposto appena sopra... si, se ne sentiva la mancanza perchè il pubblico che frequenta i parchi non è composto in maggioranza da quelli che vogliono KingdaKa o Spiderman, ma da famiglie che con i loro soldini sostengono i parchi. Non siamo negli Stati Uniti, non dimenticatevelo mai, e se tutti (e ribadisco tutti) gli addetti ai lavori sostengono che i soldi si fanno con le famiglie e non con gli "adrenalinizzati", un motivo ci sarà :-)
Per quanto riguarda attrazioni in stile Winnie The Pooh, guarda, ti posso garantire che se l'avessero realizzata qui in Italia non si sarebbero contate le lamentele perchè pur essendo carina e colorata, da un punto di vista tecnico e di divertimento non dà nulla alle persone al di sopra dei 5 anni, fidati.
Nimaxx ha scritto:Poi se gli vogliamo dare un premio perchè ha aperto in tempo ok.... Ma diamogli il premio "velocità di costruzione"....la prossima volta io aspetterei un pochino però..
Questo è stato detto da qualcuno sul forum. Per noi non ha contato nulla nella valutazione.
Nimaxx ha scritto:Il percorso poi non mi sembra cosi ben articolato...per essere lungo è lungo, ma la pendenza sfiora lo 0. Ho visto parecchie facce di ragazzi annoiate. Volete metterla sul fatto che è un Family Coaster? E allora perchè a Disneyland corre di più ma i bambini di 5 anni ci vanno lo stesso? Ok ok poi si esce troppo dal discorso....fatto sta che il premio a Mammuth mi sembra più un premietto per incentivare Gardaland , che ha speso dei bei soldoni, a continuare e magari capitasse l'anno che fa' una cosa veramente carina.
Beh, mi viene il dubbio che tu non abbia mai provato nè Big Thunder Mountain, nè Colorado Adventure perchè altrimenti un'affermazione del genere non l'avresti fatta. Big Thunder Mountain è più lungo ma assai più lento, tranne la discesona finale al buio (grandiosa).
Sotto certi aspetti Mammut è fin troppo "forte" per i bambini di 5 anni, che invece, come hai giustamente sottolineato, su Big Thunder Mountain vanno tranquillamente. Qui ti sei contraddetto, scusami ;-).
Il fatto di essere bene articolato si riferisce all'area minuscola in cui l'hanno fatto stare, e sono d'accordo. Secondo me di meglio non potevano fare considerate le limitazioni che avevano. Poi un giorno magari posteremo la foto del modellino che aveva proposto la Vekoma a gardaland per realizzare uno spinning coaster sulla stessa area invece del mine train, e allora potrete capire come è stato molto meglio avere Mammut :-)
Infine, il premio a Gardaland non è stato dato per incentivare alcunchè, ma per una serie di considerazioni che mi pare di avere esposto. Una domanda allora: "Quale attrazione era da premiare come vincitrice assoluta, secondo te?" E non è retorica, solo una domanda per capire dalla risposta qualsi sarebbero secondo te i parametri che dovremmo utilizzare in un paese che ha solo due parchi in grado di realizzare attrazioni di alto livello. Poi è chiaro che se pensi non siano di alto livello queste due (rapportate con gli standard e i budget europei, ovviamente), dimmi quali sono dal momento che un premio per la migliore novità dobbiamo pure darlo se lo abbiamo istituito, no? :-) ;-)
Nimaxx ha scritto:3- Migliore Show
Vincitore: Hollywood Dreams - Gardaland
Ora...io non ce l'ho con Gardaland....però questo spettacolo a me ha dato il voltastomaco veramente. Sarà che l'ho visto dopo due settimane di programmazione....magari era ancora sotto rodaggio. L'audio di un pessimo assurdo (il che per un musical equivale ad un 75% del giudizio finale). Alcune parti veramente tristi. E poi è uno spettacolo acquistato dall'estero o sbaglio?
Lo spettacolo è di produzione italiana, tanto è vero che alcuni artisti hanno performato in musical di grande successo come ad esempio "Grease". I primi due mesi, essendo uno spettacolo nuovo, sono stati di assemblaggio e noi ci siamo basati sul prodotto finito, che può piacere o meno, ma che non si può dire essere di basso livello per quanto riguarda lo standard dei parchi.
Nimaxx ha scritto:4- ".... e il fantastico teatro in cui si svolge lo show." Perchè non dividiamo meglio le categorie? Perchè un teatro deve influire sullo spettacolo? Facciamo il premio struttura teatrale e quello dello spettacolo.
Dividere ulteriormente le categorie significa dovere prendere in considerazione altri parchi e altri spettacoli... ma dove? Il problema è evidente: in Italia nei parchi abbiamo 7 teatri o poco più (e di essi solo uno si può definire veramente un grande teatro). Senza offesa, ma alcuni show effettuati in parchi minori sono abbastanza poveri, per cui se istituiamo ad esempio 2 premi significa solo accontentare tutti anzichè creare un po' di competizione.
Credo infine che il teatro in cui si svolge lo show non solo sia importante, ma anche fondamentale. E' chiaro che è sempre un'opinione e in quanto tale opinabile.
Come sono opinabili tutte le valutazioni che facciamo quando dobbiamo prima decidere le nominations e poi i vincitori.
Ma d'altro canto sono le opinioni di Parksmania, che assegna i PARKSMANIA Awards e non, giusto per inventare un nome, i Pincopalla Awards.
Se fossero i PINCOPALLA Awards naturalmente avremmo il punto di vista dei Pincopalla, che magari sarebbe assai diverso da quello dei membri di Parksmania. Mi sembra ovvio e anche giusto.
In ogni caso ogni critica o osservazione è sempre da tenere in grande considerazione perchè senza contraddittorio non è possibile migliorare.
Grazie per il tuo intervento.
Roberto Canovi
Moderatore della community

Nimaxx
Messaggi: 25
Iscritto il: 31 maggio 2005, 18:12

Re: Motivazioni dei premi

Messaggio da Nimaxx » 23 settembre 2008, 18:18

Grazie per la risposta....
almeno sei stato esauriente anche se molte parti non le condivido tipo l'originalità per il fattore neve sulla montagna che gli altri non hanno (dimenticavi Matterhorn Bobsleds in Disney California) o l' "assenza di Canyon o tematica farwest" che più che un lato positivo mi da di una spesa minore per il parco :)
Aggiungo che il Big thunder mountain l'ho fatto in 4 parchi Disney su 5 (mi manca la Cina). ad Orlando, lavorando ad Epcot, l'ho fatta forse un centinaio di volte (è la mia ride preferita). Giusto 5 Giorni fà l'ho rifatta a Tokyo...tutte differenti nel percorso e l'impressione è sempre che corrano di più (sopratutto quella di Tokyo). Quindi si...ricordo bene com'è Big Thunder :D
(su rcdb.com ho trovato ora la conferma...per quanto possa essere attendibile :D Parigi è + veloce mentre Orlando poco più lenta..Tokyo non è segnata)
Winnye the pooh the ride ha una media di 2 ore di fila con i fast pass che chiudono alle 14:00 . Forse noi siamo differenti dai giapponesi ma quella è stata l'unica ride che abbiamo fatto 2 volte io ed i miei amici (italiani) visto che era bellissima...anche se ho più di 5 anni. Quindi penso che come io non possa essere sicuro del suo successo neanche lei possa esserlo di un possibile flop. Alla fine sono opinioni :)
A chi darei il premio? L'ho scritto anche io nel secondo post che probabilmente ho mandato mentre lei mi rispondeva. Mammuth doveva vincere assolutamente....solo che tra le causali bisognerebbe omettere "originalità"...questo era il problema principale. Poi forse mi son soffermato troppo sul fatto che mi aspettavo molto di più da Gardaland che non ho poi avuto. (un po' anche colpa vostra...certe volte presentate le novità come ride esagerati è quando un appassionato come me ci sale sopra...rimane solo la delusione).
Purtroppo mi vien da pensare che forse il sito non sia adatto per un maniaco come me del settore :D
mi spiego meglio: certe volte vedo un film in Tv...magari è una cavolata pazzesca con una storia banale ecc...e mi vien da pensare "Ma tra tutta la troupe che fa il film...uno che si ferma tre secondi..va' dal regista e gli chiede- ma che stupidaggine stiamo facendo- non c'è??"
Idem in Parksmania...avete cosi tanti contatti e conoscenze...ma durante la realizzazione di Mammuth nessuno ha mai detto al Sig. Gardaland (nome finto, eh) che quella è la copia del Big Thunder??? Solo questo...io glie lo avrei detto...sicuro poi della risposta "eh ma tanto al pubblico va bene cosi"...ma almeno il mio lavoro da appassionato lo avrei fatto.
Reset non penso mi piacerà....ne lodavo solamente l'originalità della scenografia (perchè solo quello di una giostra può essere originale)
Per il Magic Mountain lotterò allora fino alla morte per evitare un ennesimo Yeti nel mondo e metterci un folletto, un puffo, una fatina, un water che fa sempre comodo....ma non uno yeti, ok?!?!

Avatar utente
Roberto Canovi
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 2463
Iscritto il: 24 dicembre 2002, 19:02

Re: Motivazioni dei premi

Messaggio da Roberto Canovi » 23 settembre 2008, 18:41

Nimaxx ha scritto:Idem in Parksmania...avete cosi tanti contatti e conoscenze...ma durante la realizzazione di Mammuth nessuno ha mai detto al Sig. Gardaland (nome finto, eh) che quella è la copia del Big Thunder??? Solo questo...io glie lo avrei detto...sicuro poi della risposta "eh ma tanto al pubblico va bene cosi"...ma almeno il mio lavoro da appassionato lo avrei fatto.
E chi ti dice che tante cose (magari addirittura di più di quanto pensi) non le abbiamo sottolineate? In questa o in altre situazioni?
Secondo te Mazzoli o qualcuno di noi non sa cos'è Big Thunder Mountain?
E comunque è sbagliato parlare di copia dal momento che allora si dovrebbe scrivere che tutti gli shooting di Sally sono la copia di quelli che sono stati costruiti prima... Da esperto quale sei, dovresti sapere che di attrazioni custom ne esistono meno di quelle standard... Cosa sono, tutti copioni? :-)
Ma comunque non ti aspettare che nessuno di noi si metta a raccontare su un forum pubblico questioni che rientrano nell'ambito del segreto professionale.
Secondo me ancora troppe persone stanno facendo (in buona fede, per carità) confusione su chi opera in Parkmania e sui ruoli di ciascuno di noi nel settore.
Non basta essere grandi appassionati dei parchi come sicuramente sei tu, o addirittura averci lavorato come dipendente (cast member), per potere affermare di comprendere tutte le meccaniche backstage che lo regolano e la difficoltà di assumere certe decisioni piuttosto che altre.
E anche chi vi lavora da anni spesso non capisce certe logiche e per quello che può cerca di contribuire a cambiarle. Fidati, non è facile.
Non commettere l'errore di pensare che quelli che operano nel settore siano tutti imbecilli (come hai sottinteso parlando del regista) e che solo tu o il tuo ristretto gruppo di amici, siete i depositari della verità e sareste in grado di fare meglio degli altri.
Grazie ancora per il tuo intervento.
Roberto Canovi
Moderatore della community

Nimaxx
Messaggi: 25
Iscritto il: 31 maggio 2005, 18:12

Re: Motivazioni dei premi

Messaggio da Nimaxx » 23 settembre 2008, 18:53

Mai pensato cosa del genere....mi offende se pensa che abbia inteso ciò.....In aggiunta io non mi credo nessuno infatti mi limito a scrivere in un forum. punto. Se mi fossi sentito Dio in terra mi sarei dato da fare per rompere meglio i maroni a tutti :D Avrei studiato marcheting, meccanica, fisica e quant'altro.
Ho solo girato tremila parchi per passione, sono stato cast member per passione, mi ritengo solo bravo a giudicare cosa a ME piace e cosa dovrebbe cambiare secondo ME. Poi naturalmente io non sono nessuno. Una delle tante voci che Gardaland, Mira o chissacchì spero tenga da parte :D
Il regista non è cretino....è solo in un giro che ha poco a che fare con chi è appassionato del genere, questo intendevo.....
Se voi siate andati dal regista non lo so...posso solo sperarlo!
Grazie per la risposta ancora...
P.S.
Se ste Sally so tutte uguali non me ne frega... :D ma quando incontrerò l'ultimo che ne ha fatto una copia di certo non gli diro "originale!!" a meno che non stia facendo ironia :)
Ultima modifica di Nimaxx il 23 settembre 2008, 19:21, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Roberto Canovi
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 2463
Iscritto il: 24 dicembre 2002, 19:02

Re: Motivazioni dei premi

Messaggio da Roberto Canovi » 23 settembre 2008, 19:03

Nimaxx ha scritto:un po' anche colpa vostra...certe volte presentate le novità come ride esagerati è quando un appassionato come me ci sale sopra...rimane solo la delusione).
Scusa, mancava questo, mi era sfuggito.
Si, hai ragione su questo.
Il problema è che a volte (ripeto, a volte) capita di ragionare sul progetto originale e dunque su questo si basano le prime considerazioni.
un po' come quando, per fare un esempio, su TGM si parla dei videogiochi in fase di pre-beta.
Poi magari c'è un taglio di budget sulla scenografia (un classico) o altri problemi che concorrono ad abbassarne un poco o tanto il valore e dunque qualcuno magari poi si è fatto troppe aspettative e rimane deluso.
Anche per questo da qualche tempo cerchiamo di stare più abbottonati rispetto a prima.
però poi riceviamo critiche perchè diciamo troppo poco e pubblichiamo solo notizie ufficiali :-)
Come vedi è difficile accontentare tutti :-)
Parksmania comunque credo sia una risorsa che per ogni appassionato è importante perchè tutti i vostri commenti, dal più brillante al più ingenuo o banale che siano, vengono recepiti e al momento opportuno messi sul tavolo.
Chiaramente in background, ma credo sia meglio del nulla, no?
Roberto Canovi
Moderatore della community

Avatar utente
Lokeren_ITA
Messaggi: 193
Iscritto il: 16 gennaio 2008, 16:33
Località: Nord Piemonte

Re: Motivazioni dei premi

Messaggio da Lokeren_ITA » 23 settembre 2008, 22:56

Leggendo questo topic mi rendo conto che tutte queste polemiche sono dovute alla difficoltà di essere giusti quando si da un giudizio. Dare i giudizi non è cosa da tutti. Ci vogliono intelligenza, moderazione, competenza, senso della proporzione, neutralità....senza contare che 2 giudizi diversi possono essere entrambi giustificabili con buone ragioni (ho detto buone ragioni, non buone stupidaggini). Invece vedo che si sputa sulle cose belle (l'arrivo di Mammut avrebbe dovuto far felici i parksmaniaci), si argomentano discussioni con motivazioni tipo "Mammut fa schifo perchè è come prendere Big Thunder Mountain e metterci la neve", si fa il tifo ( #-o ) per fazioni, si paragonano le novità (bellissime) di Gardy e Mira con i classici di Disney e Universal......boh. Comunque ben vengano i cloni di Big Thunder Mountain :)

poi vorrei fare anche una domanda a Roberto Canovi. Come difetto di Mammut ha citato la "coda allucinante". Mi piacerebbe una spiegazione, è un argomento interessante.

Avatar utente
FaZo
Messaggi: 3242
Iscritto il: 19 novembre 2006, 2:45

Re: Motivazioni dei premi

Messaggio da FaZo » 23 settembre 2008, 23:27

Io ed alcuni amici parlando dei parksmania awards ci siamo posti dei dubbi ai quali non sappiamo o non conosciamo risposta.

innanzitutto ci si chiedeva perchè i voti o le nominations delle categorie non sono comprensivi di una percentuale di voto da parte degli utenti alla community, in fondo siamo anche noi che testiamo o giudichiamo se un'attrazione è valida o meno col gradimento del pubblico.

Poi ci si chiedeva se fosse un caso che i premi vinti fossero così spalmati tra i vari parchi in maniera così poco casuale e come mai dopo tanto sentir in giro e su questo forum che lo show peter pan di Leolandia era favoloso (anche a detta di alcuni del pubblico degli stessi awards) abbia vinto hollywood dreams il premio per miglior show... sinceramente era l'unica certezza che si sentiva nell'aria ed è stata distrutta cosi... poi leggo or ora Migliore Show
<< Vincitore: Hollywood Dreams - Gardaland
Motivazione: Il fascino dei grandi Musical e dei Film cult che li hanno ispirati, la splendida voce dei cantanti, le coreografie e il fantastico teatro in cui si svolge lo show. Un mix vincente per questa edizione dei Parksmania Awards.>> e mi sovviene il dubbio che abbia vinto anche perchè Gardaland theatre ospitava gli awards...

In generale comunque complimenti perchè ho trovato le nùcategorie di quest'anno più interessanti di quello dello scorso.


siccome ho pensato a lungo ma quando scrivo sono incisivo vorrei sottolineare che sono dubbi reali e non polemiche.
La verità fa tremare la terra, le menzogne la rendono arida.

Avatar utente
Roberto Canovi
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 2463
Iscritto il: 24 dicembre 2002, 19:02

Re: Motivazioni dei premi

Messaggio da Roberto Canovi » 23 settembre 2008, 23:28

Sfilicud ha scritto:poi vorrei fare anche una domanda a Roberto Canovi. Come difetto di Mammut ha citato la "coda allucinante". Mi piacerebbe una spiegazione, è un argomento interessante.
Può spiegartelo molto bene che si è messo in coda a luglio e agosto -) :-)
Scherzi a parte, a mio parere non è stata adeguatamente coperta e il caldo è davvero soffocante. Le pareti che la circondano nella prima parte danno poi un senso di soffocamento notevole. Avere chiuso il tutto e inserendo l'aria condizionata (un po' come la coda dei Pirati dei Caraibi a Disneyland Paris per intenderci, ovviamente con le dovute proporzioni e l'incidenza economica notevole) avrebbe significato ben altro giudizio :-)
Tecnicamente è una cosa che si può fare benissimo, a parte le ulteriori uscite di sicurezza da inserire non si sa bene dove e il problema dei miliardi di gomme da masticare che i "gentili ospiti" attaccherebbero alle pareti :-)
Però, davvero, quel tipo di coda, come pure quella di Fuga da Atlantide e Time Voyagers è veramente realizzata senza pensare al grande disagio che devono sopportare gli ospiti nelle giornate assolate.
Roberto Canovi
Moderatore della community

baba
Messaggi: 127
Iscritto il: 15 febbraio 2007, 20:50

Re: Motivazioni dei premi

Messaggio da baba » 24 settembre 2008, 0:08

Roberto Canovi ha scritto:
Sfilicud ha scritto:poi vorrei fare anche una domanda a Roberto Canovi. Come difetto di Mammut ha citato la "coda allucinante". Mi piacerebbe una spiegazione, è un argomento interessante.
Può spiegartelo molto bene che si è messo in coda a luglio e agosto -) :-)
Scherzi a parte, a mio parere non è stata adeguatamente coperta e il caldo è davvero soffocante. Le pareti che la circondano nella prima parte danno poi un senso di soffocamento notevole. Avere chiuso il tutto e inserendo l'aria condizionata (un po' come la coda dei Pirati dei Caraibi a Disneyland Paris per intenderci, ovviamente con le dovute proporzioni e l'incidenza economica notevole) avrebbe significato ben altro giudizio :-)
Tecnicamente è una cosa che si può fare benissimo, a parte le ulteriori uscite di sicurezza da inserire non si sa bene dove e il problema dei miliardi di gomme da masticare che i "gentili ospiti" attaccherebbero alle pareti :-)
Però, davvero, quel tipo di coda, come pure quella di Fuga da Atlantide e Time Voyagers è veramente realizzata senza pensare al grande disagio che devono sopportare gli ospiti nelle giornate assolate.
aaaaaaahhhhhhhhhhh non bestemmiare!!! non citare quella meravigliosa coda e gardaland insieme! Scherzo :) sulle code concordo. a me danno l'idea di cose buttate lì tanto per fare. Passi fuga che era la "prima", ma già per fare una coda così su time voyagers bisogna essere poco intelligenti, mammut ancora peggio... il primo pezzo è veramente assurdo, senza contare la pericolosità degli spigoli delle "tettoie" in ferro... e la mancanza praticamente totale di uscite di emergenza (una).
Questa estate sono stato per la prima volta a DRP e devo dire che la differenza nei particolari si vede benissimo. Gardaland da questo punto di vista ha molto da imparare, ma continua a ripetere i soliti errori (in questo caso le code)

Avatar utente
Roberto Canovi
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 2463
Iscritto il: 24 dicembre 2002, 19:02

Re: Motivazioni dei premi

Messaggio da Roberto Canovi » 24 settembre 2008, 0:21

FaZo ha scritto: 1) innanzitutto ci si chiedeva perchè i voti o le nominations delle categorie non sono comprensivi di una percentuale di voto da parte degli utenti alla community, in fondo siamo anche noi che testiamo o giudichiamo se un'attrazione è valida o meno col gradimento del pubblico.
2) Poi ci si chiedeva se fosse un caso che i premi vinti fossero così spalmati tra i vari parchi in maniera così poco casuale e come mai dopo tanto sentir in giro e su questo forum che lo show peter pan di Leolandia era favoloso (anche a detta di alcuni del pubblico degli stessi awards) abbia vinto hollywood dreams il premio per miglior show... sinceramente era l'unica certezza che si sentiva nell'aria ed è stata distrutta cosi... poi leggo or ora Migliore Show Vincitore: Hollywood Dreams - Gardaland
Motivazione: Il fascino dei grandi Musical e dei Film cult che li hanno ispirati, la splendida voce dei cantanti, le coreografie e il fantastico teatro in cui si svolge lo show. Un mix vincente per questa edizione dei Parksmania Awards.>> e mi sovviene il dubbio che abbia vinto anche perchè Gardaland theatre ospitava gli awards...
3) In generale comunque complimenti perchè ho trovato le nùcategorie di quest'anno più interessanti di quello dello scorso.
1) perchè il premio è assegnato da Parksmania.it e non dal forum o dal club o dagli utenti.
Questo non significa che gli utenti non abbiano valore, anzi, ma che è stata fatta la scelta (eventualmente rivedibile in futuro) di assegnare i premi come testata giornalistica.
Faccio un esempio, che naturalmente è solo un esempio e non significa che le due cose si possano paragonare: il pallone d'oro viene assegnato da una giuria di giornalisti e non dai tifosi.
Per tornare a noi, questa scelta ha una motivazione e cioè quella di non potere garantire l'imparzialità di giudizio se affidata al pubblico.
Per due motivi:
- gli utenti che votano dovrebbero avere visto tutte le strutture o al limite, se la selezione la fa parksmania.it, almeno i 3 parchi in nomination. Se questo non accade è chiaro che il giudizio è falsato
- nel caso di "scontri "Gardaland vs. Mirabilandia", è già accaduto, il giudizio sarebbe falsato dal tifo che alcuni fanno per un parco piuttosto che per l'altro. La stessa cosa qualora si scontrassero un'attrazione adrenalinica con una per famiglie. Statisticamente chi vota di più sono i giovani e i giovanissimi per cui anche in questo caso non si avrebbe una corretta votazione. Infine, nel caso degli show, non vi viene il dubbio su come potrebbero votare gli artisti dei vari spettacoli (e i loro parenti, amici, agenti, parchi) per raggranellare voti? Il premio in questo caso ha ancora più valore e anche in questo caso i dati potrebbero venire falsati.
Poi c'è il discorso dei parchi europei. Quanti di voi ne visitano almeno una decina all'anno, almeno i più importanti, tra inghilterra, germania, spagna, olanda e francia? Anche in questo caso non potremmo lasciare il voto libero a tutti.
Al limite, in futuro, si può pensare a qualche soluzione, magari una selezione preventiva di persone tra il pubblico, ma allora cadrebbe il discorso della libertà di esprimersi tutti.
Penso che concorderete con me che non è facile trovare una soluzione condivisa da tutti. Ma accettiamo consigli, naturalmente.

2) non ho capito bene l'inizio della domanda, ma mi pare che si riferisca al fatto che diversi parchi hanno vinto i vari premi invece che solo due o tre. Beh, mi sembra ovvio che su alcune categorie sia più facile eccellere da parte di parchi minori piuttosto che su quelle classiche e nel dubbio si premia quel parco che magari ha meno risorse da spendere e che quindi ha fatto uno sforzo meritevole di essere premiato.
Purtroppo, comunque, i parchi che eccellono nel panorama nazionale si contano sulle dita di una mano e di conseguenza i nomi che girano per giocarsi i premi sono più o meno sempre quelli. Ma che ci possiamo fare? Se un parco resta immobile per 10 anni che facciamo? Gli diamo un premio tanto per darglielo? :-)
Se fossimo in Germania o Inghilterra le cose sarebbero decisamente più facili perchè i parchi di buon livello sono di più.
Sulla parte della domanda che riguarda il premio ad Hollywood Dreams, che pare non essere condiviso da qualcuno, ci può stare, nel senso che anche Peter Pan era un bello show ed è stata una scelta difficile.
Alla fine è stato deciso che secondo noi Hollywood Dreams aveva qualcosina in più sotto alcuni aspetti.
Adesso però non state a chiedere le motivazioni e i perchè e i percome di tutti gli altri premi perchè poi diventa un po' troppo lunga e poi c'è sempre qualcuno che comunque non è d'accordo (giustamente) e non ci si salta più fuori.
Le motivazioni sono quelle che abbiamo riportato, tutti non possono concordare ed è normale. Però le valutazioni sono state fatte e mi pare che la serata sia stata un successo e soprattutto nessun parco si è lamentato di avere subito ingiustizie per cui noi siamo soddisfatti e cercheremo di proseguire sulla nostra strada migliorando ove possibile.
Anche grazie alle vostre indicazioni.
Roberto Canovi
Moderatore della community

mauro br
Messaggi: 772
Iscritto il: 1 giugno 2007, 2:42
Località: Brindisi

Re: Motivazioni dei premi

Messaggio da mauro br » 24 settembre 2008, 7:16

Bha...io parte del discorso non riesco a condivederlo.
Non vorrei scatenare una polemica enorme, ma alcune cose mi sono "oscure".
Si parla del sito come "testata giornalistica". Personalmente, visto che si è parlato di pallone d'oro, non riesco a capire alcune cose.
Facciamo finta di essere a fine campionato, in piena campagna acquisti.
Il giornale che venderà di più sarà quello che per primo riuscirà a svelare i colpi di mercato, non quello che si accorderà con le squadre del campionato sul momento in cui svelare gli acquisti, magari quando altri già sanno.
Su parksmania, l'esempio Mirabilandia-novità 2009 è l'emblema.
Allora dico: se parksmania fosse un giornale, sicuramente venderebbe meno di chi è riuscito a svelare, con le sue fonti, prima degli altri, la novità del parco ravennate.
Qualcuno comprerebbe la gazzettà dello sport se il titolo fosse "il milan acquista Buffon"... quando magari la stessa notizia fosse stata data una settimana prima da tuttosport, che oggi pubblica altri colpi di mercato in esclusiva?
certamente no.
Fatto sta che nessuno può dire che le suddette testate giornalistiche (ed altre) siano, nel loro campo, poco professionali, nonostante cerchino di dare notizie in anteprima.
Quindi, lo scopo di parksmania non è "vendere" notizie... o detto altrimenti, il sito non è rivolto a "tutti" i lettori. Mi chiedo, a quale genere di lettori è rivolto il sito?

Quando leggo degli "oscar" dei parchi, permettetemi, mi viene il dubbio, se il ragionamento che ho fatto è giusto, che non si tratti di qualcosa fatto per i "parksmaniaci", com'è stato detto, ma che i "parksmaniaci" siano "usati" (scusate il termire) per far vedere quanto importante è il sito e quanta gente riesce a coinvolgere.... emagari a rappresentare.
Altrimenti...e qui mi riferisco a quello che è stato scritto sopra, perchè non tenere in conto il parere, non di tutto il forum, ma almeno degli iscritti, sia pure con un premio speciale "internet" o una roba del genere?

Mi chiedo: il sito vuole "arrivare" ai lettori? O vuole essere solo "al servizio" dei parchi.
Se l'opzione fosse quest'ultima, non mi spiegherei tante belle iniziative come i meating...
E permettetemi... non mi spigherei il significato di "associarsi" a Parksmania, perchè io non la vedo come una semplice "utilità" per avere degli sconti nei parchi, ma come condivisione di una passione comune.
Ma se il sito è dedicato solo ai lettori "parchi", che senso ha comunicare principalmente comunicati stampa di questi ultimi, quando, come già è stato detto in passato, le notizie, nel settore (come in tutti) trapelano molto prima che venga diramato il comunicato ufficiale?

Proprio questo è il punto "oscuro". Mentre parksmania mi ha personalmente dato tanto e credo lo stesso valga per parecchi altri utenti, a volte questo parlare di "accordi" con i parchi nel divulgare notizie, questo parlare di testata giornalistica non capendo chi si vuole "informare" principalmente, mi sembra un "mettere in secondo piano" quello che che me dovrebbe essere alla base di tutto.

Ma come dicevo sopra, proprio perchè non vorrei scatenare una polemica enorme, mi piacerebbe, un giorno, riuscire a parlarne con chi di dovere a quattr'occhi.
Scrivendo, tante cose possono essere male interpretate. Faccia a faccia ci si spiega meglio.
Un giorno ci riusciremo :wink:

Per la cronaca, sono perfettamente daccordo che gli utenti del forum non abbiano un ruolo nel decidere i vincitori.

Avatar utente
Roberto Canovi
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 2463
Iscritto il: 24 dicembre 2002, 19:02

Re: Motivazioni dei premi

Messaggio da Roberto Canovi » 24 settembre 2008, 9:51

Concordo sul fatto che è facilissimo essere fraintesi leggendo piuttosto che parlando di persona.
Per cui ti confermo che, almeno per come la penso io, hai frainteso in buona fede tante cose.
Difficilissimo ancora una volte rispiegare il tutto, per cui se vuoi, puoi fidarti.
Noi ci rivolgiamo a tutti i lettori e a tutti gli appassionati (sono due target diversi).
Tutto quello che facciamo è frutto di valutazioni effettuate allo scopo di rendere il miglior servizio possibile alle migliaia di persone che ogni giorno ci leggono. Possiamo sbagliare, ovvio, ma a volte ad alcune scelte siamo costretti.
La realtà è che siamo l'unica testata legalmente riconosciuta del settore in Italia e una delle pochissime in Europa, con alcuni obblighi e di conseguenza non si può essere assimilati ai siti amatoriali.
Questo non significa che gli altri siti non abbiano dignità (se sono ben condotti) o che noi siamo più bravi. Non si può dire perchè SONO DUE COSE DIVERSE. Anche perchè regolamentate diversamente e anche noi siamo partiti con un sito amatoriale all'inizio. Amatoriale non significa nulla di male, ma solo che è gestito da volontari e che non è registrato in tribunale. Che male c'è?
Poi non fare confusione con parksmania Club, che è ospitato da Parksmania.it, ma è un'associazione e non un giornale.
E nemmeno col forum, che è uno spazio in cui scrivono gli utenti e non solo la redazione.
Vedi, da questa non conoscenza della situazione, nascono diverse incomprensioni. l'evoluzione negli anni di Parksmania riconosco ha creato questa confusione, ma penso che alla fine chi sta continuando a guadagnarci sono i lettori, a patto che accettino l'idea di considerare parksmania.it un giornale con tutti i vantaggi e i limiti che ciò comporta.
Per citare solo un esempio, l'"accordo" con mirabilandia sul coaster non è a danno dei lettori, ma a favore.
Noi non possiamo pubblicare una notizia se non è ufficiale o comunque non mette nei guai della gente che lavora nel parco o in aziende che con esso lavorano. Quindi l'alternativa è trovare delle strategie comuni che vengano incontro alle esigenze di comunicazione del parco e alle esigenze dei lettori/appassionati.
Nessuno vi impedisce di andare a leggere sui siti che non hanno vincoli, se hanno notizie da riportare, a noi non interessa arrivare prima degli altri, semplicemente perchè sono cose diverse.
E poi c'è Screamscape, che consideriamo il top e pensiamo che gli appassionati possano consultare anche prima di venire su Parksmania.it.
Ma attenzione, sto parlando di appassionati e noi ci rivolgiamo a tutti e non solo agli appassionati. Perchè se ci rivolgessimo SOLO AGLI APPASSIONATI avremmo già chiuso per bancarotta da diverso tempo.
Nel criticare dovreste anche mettere in conto questo.
Dico solo comunque che la nostra strategia ha portato nella sua globalità dei risultati che secondo noi hanno fatto bene anche agli appassionati puri e non solo ai normali utenti.
Sul piatto bisogna mettere secondo me anche quello.
Poi, per carità, se c'è qualcuno che è in grado di fare meglio di quanto abbiamo fatto noi, tanto di cappello. Non è che siamo dei maghi, anche noi abbiamo tanti limiti.
Quando vedremo che qualcuno farà in Italia più di quello che facciamo noi, spariremo come è giusto che sia.
Roberto Canovi
Moderatore della community

Avatar utente
Cinzia Matteoni
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1000
Iscritto il: 22 settembre 2004, 10:49
Località: Rep. San Marino

Re: Motivazioni dei premi

Messaggio da Cinzia Matteoni » 24 settembre 2008, 10:36

Non è vero che i parksmaniaci non vengono mai ascoltat. Se ricordate in una delle scorse edizioni, il premio per il miglioro sito internet fu proprio deciso da noi (e dal pubblico assegnato proprio a Mirabilandia), quindi non è detto che in futuro non si possa ripetere. :wink:

Poi i commenti che TUTTI gli utenti lasciano sul forum, se ben fatti e sensati, hanno un loro peso. In fondo lo spettacolo di Piter Pan ne è stato un esempio, è piaciuto tanto a noi ed è quindi stato preso in seria considerazione da chi sa valutare lasciando in un angolino i propri gusti personali. Poi che abbia vinto lo spettacolo di Gardaland ci stà. Se li guardate con occhio critico e non affettivo, è chiaro che Piter Pan è di livello leggermente inferiore, ma credo che il vedersi in finale dopo un solo anno di apertura, per i ragazzi di Leolandia sia una gran bella soddisfazione e uno stimolo a migliorarsi.

Poi che non a tutti vadano bene i vincitori, credo sia normale, non è mai esistito un concorso dove tutti, ma dico tutti, si siano trovati in perfetto accordo, ma è giusto così. :D

Credo che le motivazioni che hanno portato a scegliere un parco o uno spettacolo o un sito piuttosto che un'altro siano state date e possono piacervi o meno, ma credo che, a questo punto, vadano accettate per come sono. Critiche, idee complimenti e suggerimenti per il futuro sono sempre stati presi in seria considerazione dallo staff, e non solo in merito agli award, quindi non credo ci si debba sentire esclusi da niente. :D
Cinzia Matteoni
Moderatore della community

baba
Messaggi: 127
Iscritto il: 15 febbraio 2007, 20:50

Re: Motivazioni dei premi

Messaggio da baba » 24 settembre 2008, 14:18

cinny ha scritto:Non è vero che i parksmaniaci non vengono mai ascoltat. Se ricordate in una delle scorse edizioni, il premio per il miglioro sito internet fu proprio deciso da noi (e dal pubblico assegnato proprio a Mirabilandia), quindi non è detto che in futuro non si possa ripetere. :wink:
Perchè è l'unica categoria in cui tutti posssono visitare i siti, infatti concordo sul fatto che non siano gli utenti del forum a dare i premi altrimenti ci sarebbe da ridere (per non piangere) parecchio.
La questione dei "giornali"... secondo me è chiaro che essendo parksmania l'unica testata giornalistica sui parchi non può andare "contro" di essi, dare anticipazioni "esagerate" o riportare voci di corridoio. Le cose cambierebbero se ci fossero dieci testate, come i giornali "normali". In quel caso sarebbero tutti a caccia dello scoop per "vendere" di più o per attirare più gente sul proprio sito, anche a costo di rischiare una "tirata d'orechie".
parksmania.it secondo me non ha questo problema: essendo l'unico "giornale" ha la possibilità di stringere contatti stretti con tutti i parchi proprio perchè "legalmente" riconosciuta. Inoltre la stampa "normale" farà sicuramente riferimento a parksmania.it perchè unica testata giornalistica di questo tipo in italia, quindi alla fine parksmania.it sarà "sempre la prima" a dare le notizie.

Personalmente penso che la differenza fra parksmania.it e parksmania club non sia molto chiara,e altre cose che però a scriverle si verrebbe sicuramente fraintesi :wink:

Rispondi

Torna a “Parksmania Awards”