Fantasia e Creatività... a piede libero!

Forum dedicato alle discussioni su Mirabilandia.
Neno
Messaggi: 898
Iscritto il: 5 ottobre 2005, 20:13

Re: Fantasia e Creatività... a piede libero!

Messaggio da Neno » 8 settembre 2020, 13:20

Riccardo2 ha scritto:
7 settembre 2020, 23:31
Ma no che non fallisce! La nuova area è stata un flop ma la gente al parco ci va ancora.
anzi io in realtà quest'anno vedo molta gente di più degli anni passati, va bene le attrazioni a portata ridotta, ma le code sono davvero notevoli rispetto al nulla degli ultimi anni, ad esempio ispeed ormai ha sempre la coda piena (2 ore e oltre), che senza distanziamento sarebbe 1 ora, oppure erano anni che non vedevo coda da rio bravo o alle torri

Avatar utente
salvo
Messaggi: 29
Iscritto il: 8 settembre 2020, 20:16

Re: Fantasia e Creatività... a piede libero!

Messaggio da salvo » 8 settembre 2020, 21:05

La gente effettivamente non manca, anche se non so fare un confronto oggettivo con gli anni precedenti.
Però a occhio è sempre nei soliti posti: iSpeed e Niagara in primis, Katun nemmeno troppo (sentitamente ringrazio ;) ), Divertical e il Disk'o.
Alla faccia di "vogliamo fare attrazioni per le famiglie con bambini piccoli". E a proposito, la mia di 8 anni vorrebbe fare iSpeed e Katun, si accontenta di Divertical, Pakal e Master Thai e le importa il giusto di tutte altre attrazioni: sarà strana lei o forse non siamo solo "noi invasati" che vogliamo qualcosa di più emozionante?

La ritematizzazione di Bimbopoli, meh. L'hotel, meh. Fatico a immaginare l'utilità, sinceramente, di andare in hotel dentro il parco, con intorno il nulla, e Ravenna a due passi. Detto che a uno come me, che va a metano, economicamente conviene fare 370 km al giorno e andare dormire a casa, per tornare una volta ogni tanto.

Quindi la domanda che mi sorge spontanea è: quando il direttore dice che non vuole rivolgersi "ai fanatici di iSpeed e Katun", esattamente quale pensa che sia il desiderio dei suoi clienti, anche considerando cosa attrae *oggi* nel parco?

Io, sarà che Sierra Tonante è stato il mio primo coaster, sarà che un po' mi sono fatto influenzare da questi forum, ma me ne morirei di rivedere un wooden (vero o semivero) con abbondanza di passaggi tra la struttura, e limiti di età e altezza ragionevoli. Sono convinto che avrebbe un'attrattiva enorme (leggi: vile denaro). Un hyper non l'ho mai provato (mi considero babbano+), ma il fatto che non abbia inversioni secondo me sarebbe molto vendibile. Quindi, nei miei sogni, area Ducati rasa al suolo e wooden + hyper magari infilandosi negli spazi vuoti tra le altre attrazioni (anche se non so quanto sia legale) o dietro la ruota :)

Avatar utente
Giuseppe Gioria
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 159
Iscritto il: 22 marzo 2003, 18:24
Località: Lago D'Orta

Re: Fantasia e Creatività... a piede libero!

Messaggio da Giuseppe Gioria » 8 settembre 2020, 23:22

Fallire nel senso di chiudere le porte per sempre, non credo avverrà (anche se ce la stanno mettendo tutta 8) ). Più probabile una vendità a qualche altra società sanguisuga che eroderà i pochi guadagni del parco, perchè faccio proprio fatica a pensare che stia guadagnando bene.
Quando un biglietto nella settimana più importante per Mira (ferragosto), mi costa 19,90 euro, significa che questi non sanno più a che santo chiedere per avere ospiti.

Il flop di Ducati World? Ci avranno pensato probabilmente ma non penso che la casa motociclistica, abbia dato una pacca sulla spalla a Mike dicendogli: "coraggio, la prossima volta prova con Aprilia che magari andrà meglio".
Molto probabile che Ducati, avrà chiamato gli avvocati e che Mira che grosse colpe non ne ha (a parte adorare prototipi che non funzionano), avrà girato tutto alla casa costruttrice del coaster la quale ha venduto una macchina che non sapeva creare.
Tutto questo porta all'attuale situazione:
Un investimento enorme, inutilizzato (saremmo stati in 20 all'interno dell'area novità 2019) e da pagare con l'ingresso a 19,90 (9,90 il serale), di pochi ospiti.

Per quanto riguarda un lauched, in Italia è preferibile ad un hyper semplicemente per una questione culturale. Lancio = motori = la seconda passione degli italiani. Un prodotto efficacemente vendibile. ISpeed, nonostante sia stato castrato rispetto all'idea iniziale è una bella macchina (con qualche problema di capacità oraria).

Katun, gioiello amato anche dagli americani, fu un investimento che la vecchia proprietà non risucì mai a ripagare.
Giuseppe Gioria
Moderatore della community

saruz1
Messaggi: 950
Iscritto il: 21 giugno 2018, 18:13

Re: Fantasia e Creatività... a piede libero!

Messaggio da saruz1 » 9 settembre 2020, 8:51

non lo vedo così impossibile che un parco possa chiudere per sempre . mira è gia stata spremuta fino all'osso , anche rivendendolo come si può pensare di guadagnarci ancora qualcosa

WC90
Messaggi: 162
Iscritto il: 29 aprile 2020, 22:33

Re: Fantasia e Creatività... a piede libero!

Messaggio da WC90 » 9 settembre 2020, 21:30

salvo ha scritto:
8 settembre 2020, 21:05
La gente effettivamente non manca, anche se non so fare un confronto oggettivo con gli anni precedenti.
Però a occhio è sempre nei soliti posti: iSpeed e Niagara in primis, Katun nemmeno troppo (sentitamente ringrazio ;) ), Divertical e il Disk'o.
Alla faccia di "vogliamo fare attrazioni per le famiglie con bambini piccoli". E a proposito, la mia di 8 anni vorrebbe fare iSpeed e Katun, si accontenta di Divertical, Pakal e Master Thai e le importa il giusto di tutte altre attrazioni: sarà strana lei o forse non siamo solo "noi invasati" che vogliamo qualcosa di più emozionante?

La ritematizzazione di Bimbopoli, meh. L'hotel, meh. Fatico a immaginare l'utilità, sinceramente, di andare in hotel dentro il parco, con intorno il nulla, e Ravenna a due passi. Detto che a uno come me, che va a metano, economicamente conviene fare 370 km al giorno e andare dormire a casa, per tornare una volta ogni tanto.

Quindi la domanda che mi sorge spontanea è: quando il direttore dice che non vuole rivolgersi "ai fanatici di iSpeed e Katun", esattamente quale pensa che sia il desiderio dei suoi clienti, anche considerando cosa attrae *oggi* nel parco?
Comincio a rispondere alla domanda in grassetto. Per me si stanno inconsciamente rivolgendo a persone che non desiderano niente. Né coaster adrenalinici, né dark ride serie, né altre attrazioni o aree tematiche di livello. Perché, a lungo andare, rimane il pubblico del niente, ma è anche quello che si lamenta anche se paga 30 euro o che l'anno dopo si accontenta della fiera sotto casa.

Per il resto, questi sono i feedback che servono. Anche la recensione su tripadvisor mi trova completamente d'accordo, specialmente quando parlavi delle attrazioni assolutamente fuori target. mirabilandia è un parco che, per acquisti sbagliati, scelte dirigenziali o limitazioni imposte dai geniacci della provincia, si ritrova con attrazioni per tutti interdette ai bambini sotto i 3 anni, attrazioni palesemente pensate per bambini dell'asilo che diventano per bambini dai 6 anni in su (proprio scrambler run, ad esempio), quelle da 6 che passano a 8 (tipo divertical, conosco le specifiche), e quelle per bambini di 8 saltano a direttamente 10-12. Nel resto d'Europa a 8 anni vanno su Taron, Helix, Icon, Karnan, Untamed, Wildfire... mentre a mirabilandia si inventano porcherie come divertical o desmo race per cercare di accontentare tutti e nessuno.
Giuseppe Gioria ha scritto:
8 settembre 2020, 23:22
Per quanto riguarda un lauched, in Italia è preferibile ad un hyper semplicemente per una questione culturale. Lancio = motori = la seconda passione degli italiani. Un prodotto efficacemente vendibile. ISpeed, nonostante sia stato castrato rispetto all'idea iniziale è una bella macchina (con qualche problema di capacità oraria).

Katun, gioiello amato anche dagli americani, fu un investimento che la vecchia proprietà non risucì mai a ripagare.
Ma vendere inteso come pubblicità in tv e sul web o come attrattività all'interno del parco, cioè con la gente già dentro? Perché la prima cosa è tranquillamente aggirabile con una campagna marketing fatta bene (vedi raptor).

Ma è vera questa storia? Le considerazioni sarebbero state le stesse anche nel lungo periodo? La vecchia proprietà è la stessa che in Germania sta facendo investimenti ancora più clamorosi, e anche in tempi molto ravvicinati. Ok che il prezzo del biglietto è molto diverso, ma Phantasialand non è che faccia e facesse numeri tanto più grandi della mirabilandia degli anni migliori, anche se ormai avevano già ceduto.

Thom
Messaggi: 795
Iscritto il: 1 dicembre 2018, 16:54

Re: Fantasia e Creatività... a piede libero!

Messaggio da Thom » 9 settembre 2020, 23:38

WC90 ha scritto:
9 settembre 2020, 21:30


Per il resto, limitazioni imposte dai geniacci della provincia, si ritrova con attrazioni per tutti interdette ai bambini sotto i 3 anni, attrazioni palesemente pensate per bambini dell'asilo che diventano per bambini dai 6 anni in su (proprio scrambler run, ad esempio), quelle da 6 che passano a 8 (tipo divertical, conosco le specifiche), e quelle per bambini di 8 saltano a direttamente 10-12. Nel resto d'Europa a 8 anni vanno su Taron, Helix, Icon, Karnan, Untamed, Wildfire... mentre a mirabilandia si inventano porcherie come divertical o desmo race per cercare di accontentare tutti e nessuno.


Cioè? Che limitazioni imposte dalla provincia ci sono?

WC90
Messaggi: 162
Iscritto il: 29 aprile 2020, 22:33

Re: Fantasia e Creatività... a piede libero!

Messaggio da WC90 » 10 settembre 2020, 1:29

Non conosco i dettagli, a parte le indicazioni che puoi trovare sul sito.

Comunque l'avevo letto su tripadvisor.
Commento
Non venite a Mirabilandia
Pessima organizzazione code infinite e moltissime attrazioni vietate per altezza ed età. Peccato che i bambini sopra i 140 cm paghino il biglietto intero anche se non possono salire sulle attrazioni. Semplicemente una truffa.
Risposta del responsabile delle relazioni con la clientela
Desideriamo ringraziarti per la visita al Parco e per aver condiviso la tua esperienza su Tripadvisor.

Siamo rammaricati di leggere la tua delusione, ti assicuriamo che il nostro impegno quotidiano di regalare divertimento e spensieratezza ai nostri ospiti è massimo.

Per quanto riguarda i limiti di accesso alle attrazioni, essi non sono definiti dal nostro Parco, ma da una speciale commissione provinciale di vigilanza e dai costruttori stessi in base alle sollecitazioni a cui i visitatori potrebbero essere sottoposti una volta a bordo, alle modalità di evacuazione dalle stesse in caso di guasto ed ovviamente alle caratteristiche strutturali delle ritenzioni di sicurezza. Tali limitazioni sono consultabili online sul nostro sito, nelle mappe distribuite internamente al Parco e nella cartellonistica specifica esposta esternamente a ciascun ingresso delle attrazioni. In funzione di queste considerazioni, oltre il 60% delle attrazioni è dedicata ai bimbi dai 3 anni e 90 cm di altezza in su.

https://www.tripadvisor.it/ShowUserRevi ... magna.html
Questa porcheria potrebbe essere una delle cause della crisi del parco, visto che, da che ho memoria, sono almeno 20 anni che la fruibilità delle attrazioni migliori viene forzatamente limitata, e potrebbe aver influito pesantemente sul tipo e l'intensità delle attrazioni scelte.
Se è vero e non ci sono altre spiegazioni "scomode" da raccontare, questa normativa totalmente difettosa permetterebbe quindi a istituzione locali di sabotare letteralmente parchi con rilevanza in tutto il paese o in mezza Europa, e senza delle direttive nazionali uguali per tutti.
Spero che altri utenti ne sappiano di più.

Avatar utente
peppe2994
Messaggi: 13715
Iscritto il: 17 maggio 2009, 11:52

Re: Fantasia e Creatività... a piede libero!

Messaggio da peppe2994 » 10 settembre 2020, 1:46

Scusami, non riesco proprio a capire di cosa tu ti stia lamentando.
Cosa c'è che non va nei limiti? Li ritieni sbagliati immagino, dunque quali correttivi apporteresti?

Avatar utente
salvo
Messaggi: 29
Iscritto il: 8 settembre 2020, 20:16

Re: Fantasia e Creatività... a piede libero!

Messaggio da salvo » 10 settembre 2020, 10:25

Peppe, credo si parli di limiti posti eccessivamente al rialzo.
Il fatto che *nulla* sia accessibile sotto i 90 cm è di per sé, per un profano e ignorante come me, piuttosto sorprendente. Ed è anche il motivo per cui ho dovuto aspettare anni prima di tornare al parco = incassi persi.

Portando un altro esempio, la nuova fiammante bellissima (sarcasm mode on) area Ducati World. Ignorando per ovvi motivi Desmo Race, parliamo di un'intera area completamente inaccessibile per età e altezza a mia figlia di 5 anni a cui forse potrebbe piacere qualcosa, e ritenuta totalmente noiosa dalla grande che ne ha appena fatti 8. Quindi, assunti questi due estremi, "l'investimento più importante nella storia del Parco" parrebbe destinato a una forchetta davvero stretta di potenziale pubblico.

Allo stesso tempo, un bambino da 6 anni e 120 cm in su può tranquillamente farsi dare legnate sui fianchi da Master Thai, ma non sia mai che possa andare su un Katun dove sostanzialmente è assicurato meglio di un neonato nell'ovetto in macchina. Per quest'ultimo caso ovviamente sto pensando più al limite di età, considerando egoisticamente che è molto probabile che mia figlia il prossimo anno sia alta i 140 cm richiesti, ma dovrebbe aspettare altri tre anni per farmi compagnia. Oppure le torri, che, meglio di un calcio negli zebedei, potrebbe fare praticamente già da ora come altezza. Motivi assicurativi, presumo: questi 12 anni ricorrono un po' anche in altri contesti.

E questo sì, credo possa portare a cercare chissà quale prodotto "per le famiglie", quando magari una famiglia potrebbe tranquillamente desiderare qualcosa di più attivo.

WC90
Messaggi: 162
Iscritto il: 29 aprile 2020, 22:33

Re: Fantasia e Creatività... a piede libero!

Messaggio da WC90 » 10 settembre 2020, 15:51

peppe2994 ha scritto:
10 settembre 2020, 1:46
Scusami, non riesco proprio a capire di cosa tu ti stia lamentando.
Cosa c'è che non va nei limiti? Li ritieni sbagliati immagino, dunque quali correttivi apporteresti?
I limiti dovrebbero essere quelli del produttore, fine. Cioè età minima zero e altezza fissata dal produttore, senza 8-10-20 cm inventati come succede su ispeed, divertical, desmo race, ma anche blu tornado, raptor, oblivion, ecc...

Potrei accettare modifiche fatte con buonsenso, tipo in attrazioni dove è concreta la possibilità di cadere o farsi male, ma di sicuro non su coaster così sicuri.

Avatar utente
peppe2994
Messaggi: 13715
Iscritto il: 17 maggio 2009, 11:52

Re: Fantasia e Creatività... a piede libero!

Messaggio da peppe2994 » 10 settembre 2020, 17:39

Sull'età ok, non ha senso, per quanto riguarda i limiti d'altezza dobbiamo analizzare caso per caso, in generale non mi sembra ci siano discrepanze marcate. Prendiamo ad esempio Divertical che ha limite 130 cm, ad Energylandia il limite è 140 cm.
Prendiamo qualcosa negli Usa, Montu ha 137 centimetri, una piccola discrepanza giustificabile con i diversi sistemi di misura, ma siamo lì con i 140 cm.
Si può continuare per molto, ad esempio Taiga, in Finlandia ha lo stesso limite di Ispeed.

Hai qualche esempio di parco più permissivo?

WC90
Messaggi: 162
Iscritto il: 29 aprile 2020, 22:33

Re: Fantasia e Creatività... a piede libero!

Messaggio da WC90 » 10 settembre 2020, 19:08

Assolutamente sì!
Il prototipo di divertical era tarato a 120 cm
sky dragster è a 110 cm
Qualunque b&m non supera i 54 pollici (circa 137 cm) negli stati uniti
l'inverted recente di parc asterix è a 130 cm (ma è anche molto più nuovo)
maverick, che aveva le stesse protezioni di ispeed, era a 122 cm (poi portato a 132), mentre cheetah hunt ha 122 cm di limite
Per completezza:
gli slc vecchi hanno come specifica 130 cm
i nuovi stc vekoma, launched e co (tipo lech coaster) sono, da specifica, tutti 120 cm (poi nei parchi troverai altro)
i boomerang e inverted boomerang 120 cm
diversi dive coaster e wing coaster, anche in europa, sono tarati a 132 cm
gli rmc hanno il limite minimo di 120 cm
le per-car erano addirittura configurabili fino a 110 cm
molti woodie sono da 115-120 cm
i 4d (i quattro D!) e altri modelli S&S sono 1.2 m (120 o 122 cm)
I mack di vario genere hanno 130 cm, così come i wing coaster intamin
gli eurofighter e gli infinity coaster hanno 125 cm

Avatar utente
SimGy
Messaggi: 2350
Iscritto il: 30 settembre 2014, 22:09

Re: Fantasia e Creatività... a piede libero!

Messaggio da SimGy » 10 settembre 2020, 19:30

Anche il limite di altezza massimo è spesso insensato. Sempre parlando di Taiga, che ha le stesse protezioni di Taron, ha il limite di 195 cm. Per non parlare degli SLC, che hanno tutti limiti massimi diversi.
In questo caso, comunque, alcuni parchi sono più rigorosi di altri.

Avatar utente
peppe2994
Messaggi: 13715
Iscritto il: 17 maggio 2009, 11:52

Re: Fantasia e Creatività... a piede libero!

Messaggio da peppe2994 » 10 settembre 2020, 21:26

WC90 ha scritto:
10 settembre 2020, 19:08
...
Ottimi esempi grazie! :)
In pratica ci sono due fazioni. Una conservativa e l'altra molto più progressista. Senza un intervento legislativo al livello europeo, lungi dall'essere prioritario, la situazione non cambierà.

Avatar utente
Giuseppe Gioria
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 159
Iscritto il: 22 marzo 2003, 18:24
Località: Lago D'Orta

Re: Fantasia e Creatività... a piede libero!

Messaggio da Giuseppe Gioria » 11 settembre 2020, 20:46

WC90 ha scritto:
9 settembre 2020, 21:30
Ma è vera questa storia? Le considerazioni sarebbero state le stesse anche nel lungo periodo? La vecchia proprietà è la stessa che in Germania sta facendo investimenti ancora più clamorosi, e anche in tempi molto ravvicinati. Ok che il prezzo del biglietto è molto diverso, ma Phantasialand non è che faccia e facesse numeri tanto più grandi della mirabilandia degli anni migliori, anche se ormai avevano già ceduto.
Il mondo dei motori è più impattante sul pubblico a mio avviso. Più facile fare uno spot dedicato, più facile attrarre l'ospite una volta varcato l'ingresso.
Citi Raptor ma questo coaster è situato a Gardaland; parco più conosciuto che riesce addirittura a spacciare per novità 2019 Sequoia.

Un esempio: a livello di immagine collettiva, fa più effetto mediatico una mediocre attrazione in un parco Disney o la più sofisticata ad Europa park?

Katun fu un investimento azzardato. Un meraviglioso investimento azzardato.
Una macchina che spaventa l'ospite medio, in un parco troppo stagionale, che non ha mai fatto grandi numeri e che adesso soffre dell'apertura dei parchi vicino a Roma.

Per quanto riguarda Phantasialand, non vorrei dire stupidate ma mi sembra non sia più in mano alla vecchia proprietà ma casomai lo fosse ancora, la Germania è un paese in cui i parchi a tema sono più inseriti nella cultura.
Inoltre la concorrenza è molto forte. A circa un'ora e mezza da Phantasialand, sorge Efteling (e Toverland che sta investendo molto pure lui).
Giuseppe Gioria
Moderatore della community

Rispondi

Torna a “Mirabilandia”