[Curiosità] Tesi di maturità e laurea sui parchi

Discussioni di carattere generale sul tema dei parchi di divertimento.
Avatar utente
Dix'92
Messaggi: 1090
Iscritto il: 29 agosto 2010, 23:51
Località: Pinerolo

Re: [Curiosità] Tesi di maturità e laurea sui parchi

Messaggio da Dix'92 » 14 giugno 2011, 17:30

Io so solo che il primo grande parco aperto è stato il Disneyland in California nel 56 se non sbaglio che ha segnato una svolta in un periodo di crisi... Ed è stato utile anche nel campo dei rollercoaster perchè nel 59, con Matterhorn Mountain (scusate, io e lo svizzero-tedesco non siamo amici), fu introdotta la rotaia tubolare che permetteva al sistema composto da 3 ruote di avvolgere completamente il binario. So che si sono sviluppati specialmente in america negli anni 80-90, possibile? I maggiori ottovolanti sono stati costruti con l'avvento dell'Intamin e della B&M...

Io invece ho una domanda di carattere molto tecnico e spero che qualcuno possa e sappia rispondermi:
perchè i loop perfettamente circolari sono dannosi alla salute? Quale forza viene attutita utilizzando la particolare forma della clotoide formata da circonferenze a raggio variabile? L'accelerazione centripeta?

Perchè so che questo espediente permette di far compiere il giro senza utilizzare troppa energia poichè più il raggio è piccolo (parlando della sommità) e più la forza centripeta è maggiore, dunque una maggior aderenza al binario, ma non vedo come un cambiamento brusco di questa forza possa provocare colpi di frusta (e diverse fonti citano questa cosa).

Grazie mille in anticipo per eventuali chiarimenti!
[...] as long as there's imagination left in the world

Avatar utente
Simo92
Messaggi: 86
Iscritto il: 7 gennaio 2010, 21:44
Località: Italy

Re: [Curiosità] Tesi di maturità e laurea sui parchi

Messaggio da Simo92 » 15 giugno 2011, 15:39

Grazie Dix'92, molto gentile.
Io purtroppo al tuo dubbio non so rispondere, ma sicuramente c'è qualcuno più esperto! :)
E' molto interessante questa sezione del forum, davvero... forse è poco seguita.
Un saluto ragazzi

Avatar utente
Dix'92
Messaggi: 1090
Iscritto il: 29 agosto 2010, 23:51
Località: Pinerolo

Re: [Curiosità] Tesi di maturità e laurea sui parchi

Messaggio da Dix'92 » 16 giugno 2011, 8:07

Di niente, con i miliardi di documenti e documentari vari che mi sono scaricato ho imparato tante cose che prima non sapevo... Però la mia tesina è di carattere tecnico e non sono andato a ricercare troppe informazioni storiche... Ti consiglio di cercare prevalentemente in inglese perchè in italiano si trovano ben poche cose...

Il boom degli ottovolanti comunque si ha anche negli anni 20... Ho trovato una frase che mi piace da matti:
"The roaring '20s could have been named for the roaring sound of speeding coasters"
(I "ruggenti" anni 20 sarebbero potuti essere stati chiamati così per il rumore rombante dei veloci ottovolanti)

Purtroppo però con la depressione degli anni 30 (Ricordare il New Deal), molti parchi dovettero chiudere i battenti e si stima vennero aboliti più di 1500 ottovolanti! Solo con l'apertura del Disneyland nel '55 (così ho trovato, a volte si trova anche nel '56) si riuscì ad uscire dal periodo di crisi e si intrprese una nuova era che ha visto un incremento continuo di nuovi parchi e attrazioni sempre più articolate e tecnologicamente evolute che non si è ancora arrestato.
La B&M è entrata nel mercato nel '88 mentre il primo ottovolante della Intamin è nel 1979, dunque il periodo è abbastanza recente. Infatti se noti ru rcdb.com ci sono tantissimi ottovolanti costruiti a partire dagli anni '80 fino ad arrivare al nuovo millennio che testimoniano un investimento in questo settore in america che non ha eguali! Non so quanti coasters sono stati costruiti, ma se pensi al costo di un'installazione simile, di sicuro non sono stati tempi di crisi!
[...] as long as there's imagination left in the world

Avatar utente
spenotino89
Messaggi: 82
Iscritto il: 27 gennaio 2010, 17:03

Re: [Curiosità] Tesi di maturità e laurea sui parchi

Messaggio da spenotino89 » 17 giugno 2011, 11:15

Tento di aiutarvi con quel poco che so...
Allora per quanto riguarda la forma del loop nella mia tesina (3 anni fa) ho scritto:
"i loop non vengono costruiti perfettamente circolari, ma allungati verso l'alto. Infatti, poiché il treno entra nel giro della morte ad una velocità sostenuta, per limitare le forze G positive (che possono risultare fastidiose o addirittura dannose) è necessario ampliare il raggio del giro; ma quando il treno salendo perde velocità, per mantenere le forze G costanti bisogna ridurre il raggio della parte alta del loop; nel tratto in discesa invece la velocità aumenta, dunque il discorso è inverso e la forma della seconda metà del loop è simmetrica alla prima"
Però non ricordo la fonte da cui ho estratto queste informazioni.

Invece per quanto riguarda la parte storica io mi sono soffermata sugli anni venti, accennando in parte la storia dei roller coaster e della loro diffusione, per poi parlare in maniera più approfondita della crisi del '29 dal punto di vista storico.
Per esperienza personale (anche se forse è tardi) state attenti a non uscire troppo dagli argomenti che sono in programma. La tesina serve per dimostrare che sapete fare dei buoni collegamenti tra le conoscenze acquisite durante l'anno, non che conoscete tutto sui roller coaster. Cioè intendo dire che guadagnate più punti simpatia se vi attenete il più possibile al programma di quinta... Questo per quanto riguarda la mia esperienza...

In bocca al lupo!!!! :)
Verso l'infinito e oltre!!!

Avatar utente
Dix'92
Messaggi: 1090
Iscritto il: 29 agosto 2010, 23:51
Località: Pinerolo

Re: [Curiosità] Tesi di maturità e laurea sui parchi

Messaggio da Dix'92 » 17 giugno 2011, 11:31

Eh infatti... Però noi in quinta abbiamo fatto solo elettromagnetismo ed è difficile condurre un discorso non troppo complesso riguardo i coaster!
Io punto a guadagnare punti per quanto riguarda l'originalità e il mio professore di fisica è davvero interessato al mio progetto! Anche se sono estremamente in ritardo!
Io ho scritto tantissimo sulla figura del loop e alla fine sono riuscito a capire il perchè un loop circolare possa provocare simili danni:
Dix'92 ha scritto:Al fine di applicare un'accelerazione centripeta sufficiente, la vettura del roller coaster dovrebbe entrare in un loop a velocità sostenuta, oppure deve essere ridotto il raggio della circonferenza. Come già detto, in molti dei primi loop perfettamente circolari si manifestarono problemi al collo dei viaggiatori a causa dell'eccessiva velocità di entrata nella figura che serviva per poter permettere al treno di compiere l'intera evoluzione: passando infatti bruscamente da un tratto rettilineo ad una curvatura data possono insorgere dei contraccolpi che determinano una variazione istantanea dell'accelerazione centripeta.
Con l'avvento dei vertical loop invece si introdusse una particolare forma giù usata in campo urbanistico chiamata clotoide o spirale di Archimede. La forma risulta una combinazione di più circonferenze a raggi variabili di cui quello con raggio minore è rappresentato dalla parte superiore dell'inversione proprio per aumentare l'accelerazione centripeta e permettere al treno di completare la rotazione senza velocità elevate. Infatti, avendo un raggio maggiore in entrata, l'accelerazione centripeta risulterà minore poiché essa è inversamente proporzionale al raggio; per mantenere tale accelerazione costante, il raggio dovrà diminuire assieme alla velocità per mantenere il rapporto all'incirca costante e far proseguire il treno senza forze o velocità eccessive.
Ovviamente è da riscrivere, ma a tesina ultimata curerò maggiormente la forma... Forse ho sbrodolato troppo qua...
Ah, ho poi continuato questo discorso sul mio documento aggiungendo le formule della spirale di Archimede e una semplificazione della costruzione di un loop irregolare con cironferenze a diverso raggio. Ora devo scrivere la parte sull'elettromagnetismo (sto concludendo quella dei supporti) e poi mi butto sulle forze g e la psicologia!

Credo che distaccarsi dal programma di quinta invece sia un fatto curioso, anche perchè da quello che ho scritto possono farmi miliardi di domande inerenti al programma di quinta che mi sto già studiando per bene, per esempio in storia la parte della depressione americana o in fisica tutta la parte della legge di Lenz e annessi vari...
Mi è dispiaciuto non portare all'esame Chimica e Biologia, ma Scienze della Terra, altrimenti avrei fatto un approfondimento degno di nota sul sistema endocrino e nervoso del corpo umano!
[...] as long as there's imagination left in the world

Avatar utente
spenotino89
Messaggi: 82
Iscritto il: 27 gennaio 2010, 17:03

Re: [Curiosità] Tesi di maturità e laurea sui parchi

Messaggio da spenotino89 » 17 giugno 2011, 13:20

Ho infatti notato che la tua ricerca è molto più approfondita di quella che ho fatto io 3 anni fa... Comunque il mio è un suggerimento per l'esposizione... Più ti leghi al programma, più i professori sono contenti... Almeno a me è sembrato così al mio orale e ascoltando quello dei miei compagni... E mi raccomando studia bene anche tutto il resto del programma! Sarebbe una grande delusione fare una tesina perfetta (tantissime ore di lavoro) e cadere sulle domande (magari molto più semplici) che ti faranno i commissari sul programma... Te lo dico perché è successo a una mia amica... La tesina in fondo conta abbastanza poco, è solo un punto di partenza... Poi non so se a scuola vostra sia diverso.
Buono studio!!!
Verso l'infinito e oltre!!!

Avatar utente
Dix'92
Messaggi: 1090
Iscritto il: 29 agosto 2010, 23:51
Località: Pinerolo

Re: [Curiosità] Tesi di maturità e laurea sui parchi

Messaggio da Dix'92 » 17 giugno 2011, 14:08

Hai perfettamente ragione... Io avevo capito la parte scritta della tesina, cercherò anche io di attualizare con i programmi per quanto riguarda l'esposizione, anche perchè solitamente ci hanno detto che la presentazione della tesina fornisce ponti per allacciarsi ad altri argomenti..

Comunque sono messo male con tutto, però mi va bene che le ultime settimane di scuola sono state un inferno perchè ho dovuto portare i programmi di tutto l'anno di quasi tutte le materie... Un ripasso generale e poi amen, vada come vada! Non vedo l'ora di togliermelo, ne ho davvero le scatole piene!
[...] as long as there's imagination left in the world

mariapozzi
Messaggi: 1
Iscritto il: 10 maggio 2012, 11:47

Gardaland: quanto siete fedeli?

Messaggio da mariapozzi » 10 maggio 2012, 11:50

ciao sono Maria!
visto il mio grande amore per i parchi divertimento ho deciso di fare il mio progetto per l'università sui parchi divertimento!
in particolare voglio capire quali sono gli elementi che rendono le persone fedeli a Gardaland!
qui c'è il link al mio questionario, sono solo cinque minuti!
mi dispiace disturbarvi ma ho pensato che sicuramente voi mi potreste dare delle risposte attendibili!!
grazie mille per l'aiuto e la cooperazione!!!
https://qtrial.qualtrics.com/SE/?SID=SV_eIZEoADdQjLl0aw

Avatar utente
dvdsilver
Messaggi: 223
Iscritto il: 12 aprile 2010, 13:44

Re: [Curiosità] Tesi di maturità e laurea sui parchi

Messaggio da dvdsilver » 29 dicembre 2012, 20:10

Ragazzi tiro fuori di nuovo la discussione per ricevere supporto per la mia tesi. Sto pensando alla tesi di laurea magistrale da svolgere nei mesi a venire in economia a management. Secondo me la materia calza alla perfezione con tutto quello che è la gestione di un parco divertimenti però come posso approcciarla secondo voi? Per ora l'unico titolo che mi è venuto in mente buttato lì è questo:

- L'importanza del localismo nella globalizzazione: il caso Disney

mi riferisco al fatto che i parchi nei tre continenti seppur esempi spinti di globalizzazione del turismo presentano delle particolarità a mio avviso dettate non solo dal dover giustificare un nuovo parco che sia in tema con il luogo in cui sorge, ma come assoluta necessità di integrarsi nel luogo in cui si va a stabilire. Ovviamente ci sarebbe tutta la discussione sulle strategie collegate a ciò. Tuttavia non so se l'argomento sia così spremibile e se si possano trovare dati facilmente essendo realtà distanti da Roma.

Quindi in sostanza avreste altre idee o argomenti inerenti la strategia dei parchi che vi piacerebbe veder approfonditi?

Avatar utente
Corty
Messaggi: 260
Iscritto il: 5 settembre 2008, 18:31
Località: UK

Re: [Curiosità] Tesi di maturità e laurea sui parchi

Messaggio da Corty » 30 dicembre 2012, 18:07

forse già li hai visti, ma su http://www.amazon.com trovi tanti libri (in inglese) che trattano l'universo dei parchi Disney, dal design, alla gestione del personale, al management, all'esportazione di Disneyland e del sogno americano nel mondo adattato alle esigenze locali... di materiale ce n'è tanto, buona ricerca e in bocca al lupo per la tesi ;)

dumbledore94
Messaggi: 3
Iscritto il: 30 aprile 2013, 17:33
Località: Formia

Re: [Curiosità] Tesi di maturità e laurea sui parchi

Messaggio da dumbledore94 » 30 aprile 2013, 18:09

Lelinus ha scritto:Anni fa ho svolto un lavoro simile per la tesina. Ti spiego in messaggio se può interessarti :)

Ho la maturità quest'anno e cerco disperatamente materiale sul quale costruire poi la mia tesina sui rollercoaster ed il loro funzionamento. Vi prego aiutatemi altrimenti sarò costretto a cambiare l'argomento della tesina!!! :( :(
Emanuele

Stig
Messaggi: 4926
Iscritto il: 2 luglio 2009, 12:42

Re: [Curiosità] Tesi di maturità e laurea sui parchi

Messaggio da Stig » 30 aprile 2013, 20:54

penso che la forma del loop serva ad ampliare il raggio..dunque il treno rallenta ed affronta il loop a velocita' piu' bassa e la forza G e' minore...provate ad immaginarvi un loop perfettamente tondo quanto deve essere cattivo

Avatar utente
peppe2994
Messaggi: 13191
Iscritto il: 17 maggio 2009, 11:52

Re: [Curiosità] Tesi di maturità e laurea sui parchi

Messaggio da peppe2994 » 30 aprile 2013, 22:03

dumbledore94 ha scritto:
Lelinus ha scritto:Anni fa ho svolto un lavoro simile per la tesina. Ti spiego in messaggio se può interessarti :)

Ho la maturità quest'anno e cerco disperatamente materiale sul quale costruire poi la mia tesina sui rollercoaster ed il loro funzionamento. Vi prego aiutatemi altrimenti sarò costretto a cambiare l'argomento della tesina!!! :( :(
Ma la tesina la vorresti fare su cosa? Fisica dei roller coaster, controlli automatici dei coaster, materiali, consumi...sostanzialmente di che indirizzo di studi parliamo?

Avatar utente
spenotino89
Messaggi: 82
Iscritto il: 27 gennaio 2010, 17:03

Re: [Curiosità] Tesi di maturità e laurea sui parchi

Messaggio da spenotino89 » 1 maggio 2013, 14:52

Da laureata in matematica, se vuoi approfondire il legame tra questa materia e i roller coaster ti consiglio il libro "Matebilandia-laboratorio di matematica e modellizzazione in un parco dei divertimenti" (http://www.springer.com/mathematics/geo ... 470-2311-6).Non è facilissimo per uno studente delle superiori, però se hai difficoltà puoi sempre chiedere aiuto al tuo professore di matematica. Se invece sei interessato alla fisica un ottimo spunto lo trovi in questo sito http://vip.vast.org/Amuse.htm. Ovviamente, però, ti conviene scegliere qualcosa che sia collegato al tuo percorso di studi.... Più rimani dentro ai programmi, più i professori saranno contenti... :wink:
Verso l'infinito e oltre!!!

dumbledore94
Messaggi: 3
Iscritto il: 30 aprile 2013, 17:33
Località: Formia

Re: [Curiosità] Tesi di maturità e laurea sui parchi

Messaggio da dumbledore94 » 2 maggio 2013, 16:53

peppe2994 ha scritto: Ma la tesina la vorresti fare su cosa? Fisica dei roller coaster, controlli automatici dei coaster, materiali, consumi...sostanzialmente di che indirizzo di studi parliamo?

Allora frequento un liceo scientifico, indirizzo tradizionale. La tesina la vorrei fare sulla fisica, sui materiali.. Vorrei iniziare con un dove nascono e perché, per poi finire sulla fisica, sulle varie classificazioni, sul materiale.. Citando per esempio Gardaland. In realtà erano solo idee le mie, per questo ho chiesto aiuto :)

Il problema è che sono nuovo sul forum e non so come contattare qualsiasi persona!!!!!!
Emanuele

Rispondi

Torna a “Discussioni generali”