[Attualità] Energia Nucleare: a favore o sfavore?

Messaggi fuori dall'argomento parchi.
Danilo
Messaggi: 6319
Iscritto il: 26 aprile 2007, 17:12
Località: Crema

Re: [Attualità] Energia Nucleare: a favore o sfavore?

Messaggio da Danilo » 8 aprile 2011, 11:22

Aggiungo un altro inquietante tassello, anche perchè il velo di silenzio steso su questa vicenda è spaventoso.
http://www.altrainformazione.it/wp/2011 ... dioattive/
Indossa le cinture, rispetta i limiti, non guidare se bevi, non drogarti a prescindere e se vuoi provare forti emozioni scendi in pista e frequenta i parchi!!!!!

La vita godila, non sprecarla.......

brunomaderna
Messaggi: 10
Iscritto il: 25 maggio 2011, 12:19

Re: [Attualità] Energia Nucleare: a favore o sfavore?

Messaggio da brunomaderna » 30 maggio 2011, 16:27

io voglio fare una domanda alle persone favorevoli al nucleare. Non vi interroga il fatto che la germania abbia stabilito che entro il 2022 spegneranno tutte le centrali? insomma la prima potenza economica europea smette e noi che siamo il fanalino di coda iniziamo....anche la cina ha sta facendo un grosso dibattito sull'argomento..e' possibile che la posizione del nostro governo sia quella di tenere il piede in due scarpe, nel senso che vogliono aspertare con il referendum giusto perche' la gente e' ancora suggestionata dalle immagini giapponesi.
Ultima modifica di brunomaderna il 21 luglio 2011, 14:47, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Dix'92
Messaggi: 1090
Iscritto il: 29 agosto 2010, 23:51
Località: Pinerolo

Re: [Attualità] Energia Nucleare: a favore o sfavore?

Messaggio da Dix'92 » 30 maggio 2011, 16:34

Intanto al referendum del 12 il quesito sul nucleare c'è ancora e credo proprio non verrà rimosso come molti in giro dicono (anche i media!).
Io sostengo che l'energia nucleare sia ancora ad uno stadio sperimentale e non mi sembra proprio il caso di applicarla su larga scala per tutto il territorio.
[...] as long as there's imagination left in the world

zavandor
Messaggi: 1631
Iscritto il: 20 aprile 2011, 16:34

Re: [Attualità] Energia Nucleare: a favore o sfavore?

Messaggio da zavandor » 30 maggio 2011, 23:19

Non sono un esperto, ma ho provato a documentarmi un po'.

Il problema del nucleare è che non è economicamente conveniente.
Se si considerano i costi di costruzione delle centrali, formazione del personale, spese per la sicurezza, il costo del combustibile, le spese di manutenzione, lo stoccaggio e la conservazione delle scorie si arriva ad un costo del kilowattora che è il più alto tra le varie fonti di energia.
L'unico modo per rendere il nucleare conveniente è che lo stato (noi con le nostre tasse) ci metta un grosso incentivo (es: paga per costruire le centrali e per smaltire le scorie). E anche così mica tornano più di tanto i conti.
Perchè il vero costo va calcolato fino al momento in cui le scorie diventeranno inerti, tra migliaia di anni. Mettiamo pure che saremo bravissimi a gestire le scorie, ma chi ci dice che tra 500 anni non succeda un incidente nel deposito delle scorie e queste si spargono in tutta la pianura padana rendendola un deserto radioattivo?
Non dite chissenefrega, perchè invece di 500 potrebbero essere 5. Quanto "varrebbe" un incidente del genere?

E poi, l'ipotesi di riuscire (noi) a smaltire bene le scorie è piuttosto ardita. Non siamo riusciti neanche a smaltire e bonificare i residuati della centrale di Caorso, vogliamo gestire 40-50 anni di scorie nucleari?

La cosa è talmente assurda che viene da chiedersi il perchè sembra ci sia così tanto interesse.

Bhè, io me la spiego solo in due modi:

1) ragione politica: al momento siamo dipendenti dai combustibili fossili, se ad esempio la Russia decidesse di tagliarci le scorte saremmo in grossa difficoltà. Quindi il nucleare per quanto economicamente sconveniente ci garantirebbe un po' più di autonomia
--> ma allora perchè non investire di più sulle rinnovabili e sulla ricerca? Il 4% dell'elettricità prodotta col nucleare si fa anche con le rinnovabili

2) ragione economica: ci sono i gruppi di potere interessati al grande business della costruzione e dello smaltimento. Una pioggia di denaro che paghiamo noi e si intascherebbero loro
--> e mandarli a quel paese con una bella pedata? A me sembra una buona idea

Quindi io sono sicuramente per un si al referendum (che equivale a impedire il ritorno al nucleare).
Purtroppo però non è detto che ci lascino votare, a giorni deciderà la corte di cassazione.
It all started with a mouse

Avatar utente
dibilele
Messaggi: 8745
Iscritto il: 1 ottobre 2009, 22:06
Località: Roma
Contatta:

Re: [Attualità] Energia Nucleare: a favore o sfavore?

Messaggio da dibilele » 31 maggio 2011, 13:15

zavandor ha scritto:2) ragione economica: ci sono i gruppi di potere interessati al grande business della costruzione e dello smaltimento. Una pioggia di denaro che paghiamo noi e si intascherebbero loro
Sicuramente è per questa ragione...
dibilele YT

Avatar utente
Dix'92
Messaggi: 1090
Iscritto il: 29 agosto 2010, 23:51
Località: Pinerolo

Re: [Attualità] Energia Nucleare: a favore o sfavore?

Messaggio da Dix'92 » 31 maggio 2011, 18:35

A me basta solo pensare all'incapacità di gestire lo smaltimento dei semplici rifiuti, figuriamoci scorie radioattive!
[...] as long as there's imagination left in the world

Avatar utente
Matteo Riboldi
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 6685
Iscritto il: 26 marzo 2005, 11:58
Località: Lissone (MB)

Re: [Attualità] Energia Nucleare: a favore o sfavore?

Messaggio da Matteo Riboldi » 31 maggio 2011, 18:45

Matteo Riboldi ha scritto:I costi di importazione dell'energia elettrica (importiamo in gran parte da Francia e Svizzera) sono piuttosto bassi e convenienti, paragonati a quanto ci costerebbe produrre quell'energia mediante le nostre "tecnologie". Te lo spiego brevemente.

Le centrali nucleari funzionano senza sosta producendo continuamente energia. Di giorno gran parte di quello che producono è utilizzato per alimentare l'intera rete elettrica nazionale, di notte, poichè i consumi sono nettamente inferiori, si accumula un gran quantità di energia inutilizzata che viene letteralmente "svenduta" agli stati confinanti. L'Italia è uno di questi acquirenti. Acquistiamo energia dagli stati confinanti non perchè non siamo in grado di camminare con le nostre gambe ma perchè facendo in questo modo spendiamo di meno rispetto a dover produrre noi stessi quell'energia che acquistiamo.
Di giorno importiamo il 10% del fabbisogno energetico Italiano, di notte ben il 25%.

Il parco centrali Italiano è perfettamente in grado di coprire al 100% il fabbisogno energetico del Paese.
Tornando a questo mio discorso, ora che la Germania ha deciso di abbandonare il nucleare c'è solo da sperare che Francia e Svizzera non si incanalino anche loro in questo binario. Se questo avvenisse, ci troveremmo anche di notte a produrre elettricità mediante le nostri centrali anzichè importarla dagli stati confinanti. Detto questo non oso pensare alle bastonate per noi consumatori. O si investe seriamente in energie alternative o per noi questo astio (ormai europeo) nei confronti del nucleare sarà solo un'altra delle tante mazzate sulla testa (e sul portafogli).
Matteo Riboldi
Amministratore della community

Avatar utente
mad-enry
Messaggi: 750
Iscritto il: 13 agosto 2009, 17:32
Località: Verona

Re: [Attualità] Energia Nucleare: a favore o sfavore?

Messaggio da mad-enry » 31 maggio 2011, 22:23

Secondo me il problema è proprio la mentalità degli italiani e di chi governa che deve cambiare. Costruiamo tutti insieme un futuro alternativo ed ecologico salvando l'ambiente che è sempre più messo a dura prova dai disboscamenti e dall'effetto serra.
Vi porto un'esperienza personale eclatante: due anni fa circa sono stato in vacanza all'estero in Austria e in Slovacchia. Il caso particolare su cui voglio soffermarmi è il secondo. L'autostrada (che non costa nulla) porta diretto a Bratislava, la capitale, e devo dire che sono rimasto impressionato dalla enorme quantita di pale eoliche presenti sul territorio: una distesa. Così tante ne avevo viste solo in Spagna. Come spiegarsi allora che un paese il quale si è affacciato da poco all'euro e in Europa riesca sotto questo campo a batterci? Io la trovo una cosa assurda perchè poi è vero che l'espansione del paese è relativamente bassa (49 035 km²) rispetto all'Italia (301.336 km²) ma hanno messo come primo dei problemi del futuro quello dell'energia ed è stato un azzardo azzeccato. Se si cambiasse alcuni investimenti scellerati a parer mio (hanno tagliato dappertutto ma alcune cose ancora non vanno). Costruire una centrale di 10 MW, allacciata quindi alla rete in AT, costerebbe tra gli 8 e i 13 milioni di euro, mentre per una centrale allacciata alla rete di MT (3-4 MW) costerebbe dai 900.000 euro ai 1,2 milioni al MW. Diciamo che con la cifra spesa quest'anno da Gardaland per Raptor si potrebbe creare una centrale e mezza. Quindi il costo non è un problema almeno a primo avviso.
Se in alcune zone non si potesse usare l'eolico c'è anche il solare: altra grande risorsa poco usata ma in continua espansione. Senza usare il nucleare (che ha i suoi pro e i suoi contro) aiutiamo l'ambiente! Sarebbe bello se entro il 2022 l'Italia diventasse il primo Paese ad impatto zero d'Europa, come esempio di classe e stile da seguire nel mondo.

Avatar utente
Dix'92
Messaggi: 1090
Iscritto il: 29 agosto 2010, 23:51
Località: Pinerolo

Re: [Attualità] Energia Nucleare: a favore o sfavore?

Messaggio da Dix'92 » 13 giugno 2011, 17:46

Un primo significativo traguardo è stato raggiunto... Quorum stabilizzato intorno al 57% solo con i voti provenienti dall'Italia per tutti e 4 i quesiti!

E' bello vedere che la gente è riuscita a scomodarsi dai divani per andare a votare! Ed è bello anche vedere che, stando ai primi risultati pervenuti, sono andati a votare anche persone contrarie all'abrogazione delle leggi sul nucleare o sugli altri 3 argomenti...

Il quesito sul nucleare però è quello che sta ottenendo più no fra i 4, ma siamo comunque sempre su una percentuale di sì prossima al 94%.
[...] as long as there's imagination left in the world

GaryBrown
Messaggi: 1
Iscritto il: 2 ottobre 2013, 15:40

Re: [Dibattito] Energia Nucleare: a favore o sfavore?

Messaggio da GaryBrown » 3 ottobre 2013, 10:06

Danilo ha scritto:Io sono contrarissimo, per vari motivi.

- Primo, sono sostenitore nonchè utilizzatore, essendone possessore, di energie alternative.
Io produco corrente con il fotovoltaico, e con due impianti di 3Kwp l'uno produco annualmente tra i 7200-7500 kwp/anno, a fronte di un consumo anno di 2800-3000 Kw, quindi produco un eccedenda pari al consumo di un'altra famiglia.

- Il fotovoltaico costa 0 (nonostante quanto detto dal ministro Romani) questo perchè nelle bollette c'è un prelievo obbligatorio per il finanziamento delle fonti rinnovabili (imposto dall'UE), utilizzato fino a pochi anni fa per finanziare la produzione di corrente verso pochi privilegiati (uno ha una squadra a strisce nero-azzurre) dove utiizzavano eccedenze e scarti di produzione del petrolio (a fronte di inquinamento indicibile, smaltendole bruciandole...) per la produzione di corrente, inoltre il fotovoltaico è finanziato dalla Comunità Europea con fondi propri dirottati da altre fonti.

- Essendo gli stati e gli enti italiani in società tra loro nel nucleare francese (Areva.....), da accordi loro siamo stati costretti ad acquistare energia nucleare, e per questo parte della produzione da rinnovabile (idroelettrico) è stata smantellata o messa in stand-by, per pari quota percentuale.
Da questo la creazione delle tariffe bi-orarie e l'incentivazione del consumo notturno.....
Essendo da nucleare la corrente eccedente quella diretta a noi, quella viene principalmente fornita di notte, e se non c'è consumo sufficente, vengono ridotte le produzioni da altra fonte durante la giornata per arrivare alla percentuale pattuita.

- Un altro aspetto è quello economico, 4 anni di fotovoltaico in conto energia sono costati in investimenti 2.4 mld di euro per coprire il 2% del fabbisogno ( e non 20mld come detto dal ministro Romani....) mentre il nucleare verrà a costare 30mld di euro per coprire il 4% del fabbisogno........molto vantaggioso economicamente.....

- Aspetto sicurezza, l'anno scorso in Francia ci sono stati 18 incidenti nelle centrali (di scarso impatto, nessuna fuoriuscita di materiale radioattivo, fortunatamente) e la Francia l'anno scorso ha importato energia...........affidabilità scarsa.
Grazie per il tuo messaggio informativo. Alla ricerca di un po 'di più nel prossimo futuro

Rispondi

Torna a “Off Topic”