Gardaland e la magia di un tempo che fu

Forum dedicato alle discussioni sulle strutture del resort: Gardaland Park, Gardaland Sea Life Aquarium, Legoland Water Park Gardaland Hotels.
Rispondi
Avatar utente
Neno
Messaggi: 645
Iscritto il: 5 ottobre 2005, 20:13

Re: Gardaland e la magia di un tempo che fu

Messaggio da Neno » 10 maggio 2019, 16:17

mi permetto di correggerti
ViterboKnight ha scritto:
10 maggio 2019, 10:15
Cosa ti aspetti da un parco? Cosa ti dà Gardaland? E cosa non ti dà, invece?
Io, che ripeto sono un frequentatore molto saltuario, cerco svago, divertimento, e magia. Non nel senso di Harry Potter, ma nel senso di trovare un altro mondo, un mondo di favola, e vivere un giorno in un mondo di favola.
il problema è che Gardaland è passato da essere un parco da Favola ad un parco da Tavola
ViterboKnight ha scritto:
10 maggio 2019, 10:15
Gardaland, tuttavia, è ormai un parco di fama mondiale, e una struttura molto grande.
va messo al passato
ma Gardaland è il male, È IL MALE!

Avatar utente
SimGy
Messaggi: 1119
Iscritto il: 30 settembre 2014, 22:09

Re: Gardaland e la magia di un tempo che fu

Messaggio da SimGy » 10 maggio 2019, 17:55

ViterboKnight ha scritto:
10 maggio 2019, 10:15
Con gli anni, gli standard cambiano, e anche quello che la gente si aspetta. Oggi, probabilmente, i delfini non sono più interessanti, e la gente cerca spettacoli di catastrofi tipo San Andreas. Ci può stare che il parco cerchi di adeguarsi al passare del tempo. Un po' di nostalgia deve rimanere (e infatti alcune vecchie cose ci sono ancora, come il Transgardaland Express), ma il resto del vecchiume, per quanto dispiaccia, deve essere sostituito. Poi, il come è un'altra storia! :)
Questo punto vorrei approfondirlo perchè molti di quelli che apprezzano ancora oggi Gardaland usano questo argomento dei "tempi che cambiano".
Da un lato è assolutamente vero, per qualunque parco, che la sua versione degli anni 80 oggi non sarebbe più così incredibile e che le attrazioni vecchie sono da sostituire.
C'è però un altro fattore che i parchi più vecchi si portano dietro: il patrimonio. Ok, non si parla certo di monumenti storici o opere di Michelangelo, ma nel caso di Gardaland, la Valle dei Re è stata la prima dark ride di alto livello creata in Italia, e probabilmente una delle migliori tra le coetanee europee, grazie all'esperienza e alla bravura di persone come i Mazzoli.
Nel momento in cui sono andati a sostituire un'attrazione del genere (per motivi di impianti non a norma tra l'altro), così come molte altre cose nel parco, hanno sbagliato due cose:
1- non hanno organizzato NESSUN evento per ricordare l'attrazione, o comunque fornire maggiori informazioni sulla sua importanza (abbiamo dovuto aspettare parksmania per un video a luci accese e un documentario sull'attrazione).
2- la sostituzione. Girala come vuoi, non credo di aver visto una dark ride più statica e noiosa di Ramses, e te lo dice uno a cui la storia di base era anche vagamente piaciuta. Contrasta davvero troppo con la struttura in cui si trova e con il suo predecessore. E anche la tanto famosa facciata non è stata risparmiata.
Cosa avrebbero potuto fare? Restaurarla a dovere era una possibilità, lo fanno parchi che hanno molto più successo di Gardaland (addirittura Efteling ha fatto della nostalgia il suo punto di forza), oppure creare un sostituto veramente valido, anche stravolgere completamente gli interni invece di buttare due scatole sui vecchi vagoni e togliere gli animatronic.
E invece no. Non solo non hanno imparato, ma hanno continuato imperterriti con i teli sul Time Voyagers, i teli su Atlantide, la distruzione di mezza Fantasy Kingdom ecc.
Inoltre, le ultime novità di Gardaland mi sembrano tutto fuorchè moderne. Per citarne alcune, un walkthrough brevissimo con due effetti mapping, un filmato in 4d che è emozionante quanto guardare il film sul divano di casa, un wild mouse più brutto di altri già presenti da anni in Italia non mi sembrano giustificabili con "la gente oggi vuole questo", men che meno gli eventi sempre più assurdi.
Altrimenti stiamo sbagliando tutto e Cigarini è già nel 2100 :lol:

Avatar utente
RobertoB96
Messaggi: 112
Iscritto il: 3 novembre 2018, 14:52
Località: Lombardia

Re: Gardaland e la magia di un tempo che fu

Messaggio da RobertoB96 » 10 maggio 2019, 18:03

Tra l'altro, visto l'andamento delle visite al parco, non credo che questo sia veramente ciò che la gente vuole...
“Spiega loro chi sono io, barcaiolo. Spiega chi è Jason Montegue. Dillo!”

Avatar utente
dvdik
Messaggi: 334
Iscritto il: 28 settembre 2017, 14:46
Località: Brescia

Re: Gardaland e la magia di un tempo che fu

Messaggio da dvdik » 27 maggio 2019, 9:30

ViterboKnight ha scritto:
10 maggio 2019, 10:15
[...] Oggi, probabilmente, i delfini non sono più interessanti[...]
[...]ma il resto del vecchiume, per quanto dispiaccia, deve essere sostituito[...]
Ti correggo un paio di cose:
- i delfini, da che ne so, sono stati eliminati per politica Merlin sull'utilizzo degli animali e non perché non richiamassero più.
- il vecchiume è sempre tutto relativo: guarda Peter Pan's flight, quando ha aperto, quando è stato rinnovato e, soprattutto, quanta gente continua ad attrarre. Eppure, come concetto, è una Dark Dire di oltre 60 anni fa...

Vorrei anche chiederti come fai a ritenere la valle dei re ed i corsari come doppioni. Solo per il fatto che fossero entrambe Dark Ride?
Spero proprio di no...

Nessuno di noi vuole tornare al parco degli anni '90 per le attrazioni che c'erano (alcune delle vere e proprie boiate da luna park) ma per il clima che si respirava e che ora non si trova più.
NB non sto parlando di essere bambini, ma del parco in sé, altrimenti non potrei andare in altri parchi (che comunque ho visitato da piccolo) e divertirmi come a Gardaland ormai faccio veramente fatica.

Infine, non ho ben capito la tua promozione sul valore di Gardaland, sembrava quasi uno spot da pagina facebook...

Danilo
Messaggi: 6166
Iscritto il: 26 aprile 2007, 17:12
Località: Crema

Re: Gardaland e la magia di un tempo che fu

Messaggio da Danilo » 27 maggio 2019, 9:37

Sembrava quasi?

Eufemismo.... :wink:
Indossa le cinture, rispetta i limiti, non guidare se bevi, non drogarti a prescindere e se vuoi provare forti emozioni scendi in pista e frequenta i parchi!!!!!

La vita godila, non sprecarla.......

Avatar utente
SimGy
Messaggi: 1119
Iscritto il: 30 settembre 2014, 22:09

Re: Gardaland e la magia di un tempo che fu

Messaggio da SimGy » 27 maggio 2019, 10:41

Già...1 messaggio solo pubblicato nel giorno stesso in cui si è iscritto :?

Danilo
Messaggi: 6166
Iscritto il: 26 aprile 2007, 17:12
Località: Crema

Re: Gardaland e la magia di un tempo che fu

Messaggio da Danilo » 27 maggio 2019, 11:08

Ed ultima azione il giorno stesso....

Ma almeno evita, da dipendente del parco, di mettere riferimenti alle tue origini che fan presto a capire chi sei e su quale abbopagina fai attività solo pro parco dettata dagli "amici" in camicia e maglietta bianca.
Indossa le cinture, rispetta i limiti, non guidare se bevi, non drogarti a prescindere e se vuoi provare forti emozioni scendi in pista e frequenta i parchi!!!!!

La vita godila, non sprecarla.......

saruz1
Messaggi: 363
Iscritto il: 21 giugno 2018, 18:13

Re: Gardaland e la magia di un tempo che fu

Messaggio da saruz1 » 27 maggio 2019, 11:39

che ridere , ah quando le fanpage anche qui ..... ah no

Avatar utente
lucasantu
Messaggi: 280
Iscritto il: 1 aprile 2003, 15:27

Re: Gardaland e la magia di un tempo che fu

Messaggio da lucasantu » 27 maggio 2019, 13:47

- i delfini, da che ne so, sono stati eliminati per politica Merlin sull'utilizzo degli animali e non perché non richiamassero più.
secondo me un fondo di verità c'è , guardavo ultimamente anche seaworld a Orlando e non ha praticamente mai code che superano i 30 minuti anche nelle giornate più affollate , tra l'altro di attrazioni vere e proprie ce ne sono poche quindi a rigor di logica dovrebbero avere una coda bella lunga , invece ?... questo mi porta a pensare che questo genere di attrazioni con animali non portano così tante visite :?

Avatar utente
dvdik
Messaggi: 334
Iscritto il: 28 settembre 2017, 14:46
Località: Brescia

Re: Gardaland e la magia di un tempo che fu

Messaggio da dvdik » 27 maggio 2019, 14:11

Sono anche passati oltre 12 anni da quando lo spettacolo dei delfini è stato dismesso ed il palablu abbandonato.
Non metto in dubbio che le preferenze del pubblico varino col tempo (con gli spettacoli è evidente) ma l'eliminazione dei delfini non era dovuta allo scarso afflusso di pubblico

edit: mi correggo, non sono 12 ma 6

Avatar utente
lucasantu
Messaggi: 280
Iscritto il: 1 aprile 2003, 15:27

Re: Gardaland e la magia di un tempo che fu

Messaggio da lucasantu » 27 maggio 2019, 17:45

Ok , non dico questo , è solo una mia opinione sul fatto che spettacoli così non interessano più al utente medio .

Scorpionaldo
Messaggi: 1539
Iscritto il: 26 novembre 2012, 13:18
Località: Felino, Parma

Re: Gardaland e la magia di un tempo che fu

Messaggio da Scorpionaldo » 29 maggio 2019, 13:00

ViterboKnight ha scritto:
10 maggio 2019, 10:15

1-(...) Ci può stare che il parco cerchi di adeguarsi al passare del tempo [con attrazioni livello luna park?]. Un po' di nostalgia deve rimanere (e infatti alcune vecchie cose ci sono ancora, come il Transgardaland Express [parliamo del prezzemolo nella galleria cui è stata brutalmente cambiata la testa con quella del costume della mascotte attuale...], (...) Ma cerco di trovare il motivo strategico di tale scelta: La Valle Dei Re era, sostanzialmente, un doppione dei Corsari [in questo punto della lettura mi è apparso Germano mosconi che mi invitava a calmarmi]. E messa pure peggio, in realtà (più vecchia di età, e anche come sensazione che dava). Inutile tenere due doppioni [anche i coaster sono doppioni, lasciamone solo uno!!!!], e d'altra parte è impensabile rimuovere la facciata di Abu Simbel, che ormai è il simbolo del parco! Allora, meglio prendere quello messo peggio tra i due, e stravolgerlo completamente, pur mantenendone l'ambientazione. Il come, poi, è un altro discorso: giusto? sbagliato? non so, ma se non altro, Abu Simbel è ancora lì a dare lustro al parco [si, con la facciata Stuprata], la giostra è ancora viva e salva, mentre molte altre vecchie glorie non ce l'hanno fatta e vivono solo nei nostri ricordi.

2- la sensazione che il parco ti dà.
(...)E inoltre, ogni giostra mi riporta nella magia per come è realizzata (vedi Fuga da Atlantide!!)[la meravigliosa magia delle impalcature a vista, come se qui l'artista avesse voluto palesarne la natura mendace, mostrando, in una sorta di radiografia concettuale l'interno metallico, con questa descrizione potrebbero anche esporla al MoMa](...) Ad esempio, fare file troppo lunghe con bambini piccoli può essere davvero un problema: potrebbero prevedere una sorta di "area di stazionamento" dove i piccoli potrebbero giocare [sulle file stanno risolvendo il problema alla fonte, in modo molto efficace], nel frattempo che i genitori finiscono di fare la fila. Inoltre, sarebbe gradito anche un aiuto nei lunghi spostamenti, ad es. un mezzo di trasporto (una bidonvia? un altro trenino?) per andare da un lato all'altro del parco, o all'uscita (ad es., da Kung Fu Panda al Blue Tornado).

Mi rendo conto che ci sono molti frequentatori assidui che, invece, conoscendo molto bene il parco, pretendono continui miglioramenti, che forse tardano ad arrivare.
Gardaland, tuttavia, è ormai un parco di fama mondiale [come si concilia l'essere un parco di fama mondiale, con il galleggiare con novità da fiera di pese?], e una struttura molto grande [non è molto grande, è ampiamente un parco da giornata singola]. Tenere in piedi la baracca è un compito manageriale estremamente complesso, anche data la concorrenza in tutto il mondo e i continui confronti [eh no, Gardaland ha retto negli anni solo perchè non veniva fatto, dal fruitore, il confronto con gli altri parchi del mondo, ne sarebbe uscito maluccio].

Ok, termino qui questa che non vuole essere un'arringa difensiva pro Merlin, ma solo un modo di buttare un po' di acqua sul fuoco che sta bruciando su questi forum.
Cerchiamo di pensare al parco in funzione di quello che ci dà, e non in funzione di quanto qualcun altro ci stia guadagnando.
Non stiamo qui per fare i conti in tasca a qualcuno. [vabbè]
Stiamo qui per divertirci [Si vorrei divertirmi senza vedermi cascare le braccia ogni santa volta che ci metto piede all'apertura della stagione, lo vorrei eccome! ]
Non serve buttare acqua sul fuoco, perchè non è un fuoco alimentato da una foga ingiusta od irrazionale, ma da anni di andamenti esasperanti perfino per chi, come me, fino ad un paio di anni fa tendeva a dire, "ma no, ma dai, vedrai che adesso...".

Questo indipendentemente dai dubbi sollevati da chi mi ha preceduto, perché ci tenevo a ribadire quanto scritto nei vari incisi.

Rispondi

Torna a “Gardaland Resort”