Gardaland e la magia di un tempo che fu

Forum dedicato alle discussioni sulle strutture del resort: Gardaland Park, Gardaland Sea Life Aquarium, Legoland Water Park Gardaland Hotels.
Avatar utente
dvdik
Messaggi: 348
Iscritto il: 28 settembre 2017, 14:46
Località: Brescia

Re: Gardaland e la magia di un tempo che fu

Messaggio da dvdik » 22 giugno 2018, 8:44

Racos ha scritto:Lo show era un'innovazione pieno di tecologia! Magari tornasse uno spettacolo di animatronic!
Ci vorrebbe anche un vero restyling de I Corsari e nuove Dark ride, se pensiamo a Ramses che andrà a sparire (e già dal 2009 non lo è piu) e alla defunta Tinta.. che ci rimane? Solo Coaster..
Coaster ed attrazioni per bambini.
Purtroppo le dark ride hanno raggiunto costi elevatissimi e devono, per forza di cose, essere innovative.
Quelle vecchie o vengono mantenute (vedi Flight of Peter Pan o Piraten in Batavia) o crollano a pezzi come i Corsari. E spesso la toppa è peggio del buco.

Un'attazione che invece rimpiango è invece il Safari Africano/Tunga.
Tranquilla, in canoa, in mezzo al verde. Durante l'estate ci stava sempre, soprattutto la sera, per quanto comunque avesse un sapore molto retrò.

kormy
Messaggi: 98
Iscritto il: 25 agosto 2011, 13:19

Re: Gardaland e la magia di un tempo che fu

Messaggio da kormy » 22 giugno 2018, 11:16

Sono stato al parco settimana scorsa.
C'è da dire che in area medioevale, zona Fantasy Kingdom e peppa pig, è rimasto quel minimo di magia che un parco deve avere.
Uscito da quelle zone, sembra di entrare nelle sagre di Paese.
Sembrano due parchi e due gestioni completamente differenti

Avatar utente
dvdik
Messaggi: 348
Iscritto il: 28 settembre 2017, 14:46
Località: Brescia

Re: Gardaland e la magia di un tempo che fu

Messaggio da dvdik » 22 giugno 2018, 11:41

In realtà, anche il Suk arabo non è male. Non è così pieno di baracchini come il villaggio inglese o il rio bravo ma rimane ben tematizzato.

Scorpionaldo
Messaggi: 1540
Iscritto il: 26 novembre 2012, 13:18
Località: Felino, Parma

Re: Gardaland e la magia di un tempo che fu

Messaggio da Scorpionaldo » 22 giugno 2018, 13:54

sperando che nessuno mi tacci di essere fanboy accanito, e ritorno al concetto di miglioramento che espressi ad un utente nel topic corsari, devo dire che lo stato generale del parco, al netto della mancanza di novità, al netto del filotto di stagioni che definire una clamorosa debacle è essere riduttivi, almeno angoli in stato imbarazzante di conservazione non ne ho più visti, fatta eccezione dello stato gravissimo in cui versa il Nettuno di Atlantide, e non vedere degrado, in generale, aumenta la sensazione di coinvolgimento. Ricordo a tutti come stavano le scenografie di Fantasy kingdom l'anno in cui aprirono Raptor

Avatar utente
artax92
Messaggi: 4017
Iscritto il: 24 aprile 2008, 19:21
Località: Verona

Re: Gardaland e la magia di un tempo che fu

Messaggio da artax92 » 26 gennaio 2019, 17:08

Rispolvero per un pò questo vecchio thread. Guardate cosa ho trovato su YouTube... LINK
Un bel video quasi 40 min che ci porta indietro nel tempo in quella che era la Gardaland del 1994 (in tutto il suo splendore).
Video caricato qualche giorno fa. :)
"Un sogno è reale se viene condiviso..."

Avatar utente
MrFacipieri
Messaggi: 2138
Iscritto il: 20 maggio 2011, 17:50
Località: Movieland
Contatta:

Re: Gardaland e la magia di un tempo che fu

Messaggio da MrFacipieri » 27 gennaio 2019, 6:28

Sembra sia tutto molto più ordinato, pulito, curato, nuovo
Immagine

grotesque
Messaggi: 76
Iscritto il: 23 agosto 2010, 20:10

Re: Gardaland e la magia di un tempo che fu

Messaggio da grotesque » 27 gennaio 2019, 18:56

Interessante il video!
Ho notato alcune cose che non ricordavo (ero piccolo!) o non avevo mai notato/noto ora da grande (in ordine d apparizione, se non sbaglio):

Il trenino sembra fermarsi sul ponte sopra l'area west, si faceva ancora la scena della rapina?
Il panoramic tour, oggi impossibile con quella "chiusura", si sa come sono i giovani d'oggi (e i video da postare online per fare i fighi...)
La passerella per uscire da moonraker.... senza ringhiere?
Nel safari c'è un viso enorme di "pietra", è stato riciclato sul jungle rapids?
Lo show dei corsari con un brano dei pirati dei Caraibi? Ma lo sapeva la disney (se è un brano proprietario)? Quelli sui pali erano bravi comunque!
Nessuno dentro le cascate dietro La valle dei re, ah l'educazione...
Peccato nessun video al'interno delle dark ride, ma penso che con le telecamere dell'epoca sarebbero video piuttosto scuri.

Discorso a parte... ma nessun video all'interno di Inferis? Non feci in tempo a farla quando c'era...

@dvdik hai la foto del tuo profilo in alta risoluzione? Grazie!

Danilo
Messaggi: 6168
Iscritto il: 26 aprile 2007, 17:12
Località: Crema

Re: Gardaland e la magia di un tempo che fu

Messaggio da Danilo » 28 gennaio 2019, 9:11

L'assalto al treno veniva fatto solo nei primissimi anni del parco, già ad inizio anni '80 non lo facevano più. Per gli show, Gardaland sui diritti d'autore è sempre stata rigorosa (a differenza di altri parchi......) e comunque non è vietato usare estratti da materiale pubblicato e diffuso, basta ovviamente pagare i diritti.
Indossa le cinture, rispetta i limiti, non guidare se bevi, non drogarti a prescindere e se vuoi provare forti emozioni scendi in pista e frequenta i parchi!!!!!

La vita godila, non sprecarla.......

Avatar utente
dvdik
Messaggi: 348
Iscritto il: 28 settembre 2017, 14:46
Località: Brescia

Re: Gardaland e la magia di un tempo che fu

Messaggio da dvdik » 28 gennaio 2019, 9:40

Danilo ha scritto:
28 gennaio 2019, 9:11
Gardaland sui diritti d'autore è sempre stata rigorosa (a differenza di altri parchi......)
Ma nella versione originale della grotta del treno non c'erano Biancaneve ed i sette nani a rischio contestazione, per cui il crollo della stessa grotta era servito come scusa per sostituire il tutto?

Avatar utente
dvdik
Messaggi: 348
Iscritto il: 28 settembre 2017, 14:46
Località: Brescia

Re: Gardaland e la magia di un tempo che fu

Messaggio da dvdik » 28 gennaio 2019, 9:44

grotesque ha scritto:
27 gennaio 2019, 18:56
@dvdik hai la foto del tuo profilo in alta risoluzione? Grazie!
Purtroppo no...

Danilo
Messaggi: 6168
Iscritto il: 26 aprile 2007, 17:12
Località: Crema

Re: Gardaland e la magia di un tempo che fu

Messaggio da Danilo » 28 gennaio 2019, 10:26

dvdik ha scritto:
28 gennaio 2019, 9:40
Danilo ha scritto:
28 gennaio 2019, 9:11
Gardaland sui diritti d'autore è sempre stata rigorosa (a differenza di altri parchi......)
Ma nella versione originale della grotta del treno non c'erano Biancaneve ed i sette nani a rischio contestazione, per cui il crollo della stessa grotta era servito come scusa per sostituire il tutto?
No quella è semplicemente una diceria, ma che non ha nulla di vero.
La favola è dei fratelli Grimm e quanto costruito all'interno non richiamava il mondo Disney, tant'è che in realtà gli unici personaggi utilizzati erano nani da giardino (non c'era Biancaneve) e nemmeno erano copie di quelli Disney.
Indossa le cinture, rispetta i limiti, non guidare se bevi, non drogarti a prescindere e se vuoi provare forti emozioni scendi in pista e frequenta i parchi!!!!!

La vita godila, non sprecarla.......

Avatar utente
dvdik
Messaggi: 348
Iscritto il: 28 settembre 2017, 14:46
Località: Brescia

Re: Gardaland e la magia di un tempo che fu

Messaggio da dvdik » 28 gennaio 2019, 10:36

Aha, ok!

Edit: vero che non assomigliano particolarmente, ma Biancaneve all'inizio c'era https://youtu.be/trNiKj3Foks?t=180

Avatar utente
Racos
Messaggi: 932
Iscritto il: 2 agosto 2017, 14:14
Località: Nord Italia

Re: Gardaland e la magia di un tempo che fu

Messaggio da Racos » 24 aprile 2019, 15:27

Anche il parco sa bene che oramai le persone sono legate ai soli ricordi visti i budget e le idee attuali. Almeno ce li fa rivivere presentando 2 pins al mese: 1 per le attrazioni principali ed 1 ripresa dagli artwork iniziali. bell'idea!
Just close your eyes and enjoy the roller coaster that is life

Avatar utente
alexxx1209
Messaggi: 1556
Iscritto il: 29 luglio 2009, 9:56
Località: Weinsheim (Kr. Bad Kreuznach), Germania
Contatta:

Re: Gardaland e la magia di un tempo che fu

Messaggio da alexxx1209 » 8 maggio 2019, 8:48

Gardaland ha un potere incredibile: riesce a far sentire la nostalgia del passato su tutto.

ecco cosa appare in una fan page su facebook:
Fan Page ha scritto:"Decontaminazione completata. Bentornate reclute, missione compiuta!"
Così terminava un giro su Oblivion nel 2015.
Mettete un ❤️ se anche voi ve lo ricordate...
Davvero dobbiamo sentirci nostalgici di qualcosa di nuovo?

Possibile che dopo un anno, anche le novità vengono uccise?

E voi vi stupite di come siano riusciti a storpiare La valle dei re/I corsari/Canyon? Che stolti, il peggio deve ancora arrivare
Alessandro Ricci

Immagine

ViterboKnight
Messaggi: 1
Iscritto il: 10 maggio 2019, 9:31

Re: Gardaland e la magia di un tempo che fu

Messaggio da ViterboKnight » 10 maggio 2019, 10:15

Appena tornato da una 3 giorni al parco. Francamente mi spiace leggere tanti commenti così negativi, e anzi, tragici, sul parco.
Non sono un frequentatore troppo assiduo, sarò stato al parco 5 volte dal lontano 1989, e due volte in quest'ultimo anno, ma voglio comunuque dire la mia.
Ho ricordi meravigliosi delle mie gite precedenti: la mitica Valle dei Re, Canyons, Tonga, persino Icarus. E gli spettacoli: cavalieri, delfini, ecc.
Molte cose sono cambiate, e molte vecchie glorie non ci sono più, ma devo considerare due fattori.

1- il tempo che passa.
Dal 1989 sono ormai passati 30 anni, molte cose che allora erano grandiose, ormai sanno di vecchio, e c'è bisogno di rinnovarle. Pensate all'effetto che, alla fine della sua vita, dava La Valle Dei Re: non c'era più l'antica magia, faceva quasi pena, nel senso di nostalgia di quello che era all'epoca.
Con gli anni, gli standard cambiano, e anche quello che la gente si aspetta. Oggi, probabilmente, i delfini non sono più interessanti, e la gente cerca spettacoli di catastrofi tipo San Andreas. Ci può stare che il parco cerchi di adeguarsi al passare del tempo. Un po' di nostalgia deve rimanere (e infatti alcune vecchie cose ci sono ancora, come il Transgardaland Express), ma il resto del vecchiume, per quanto dispiaccia, deve essere sostituito. Poi, il come è un'altra storia! :)
Ogni modifica al parco è frutto di scelte aziendali, molte delle quali non sono note. Niente viene fatto con lo scopo di imbruttire il parco, non converrebbe a nessuno. Anche per l'imprenditore, più il parco piace più gente ci va. Allora magari occorre cercare le ragioni che hanno portato a decisioni anche impopolari. Mettiamo, Ramses: sono d'accordo che, ecco... con un eufemismo.... mi lascia perplesso!!! Ma cerco di trovare il motivo strategico di tale scelta: La Valle Dei Re era, sostanzialmente, un doppione dei Corsari. E messa pure peggio, in realtà (più vecchia di età, e anche come sensazione che dava). Inutile tenere due doppioni, e d'altra parte è impensabile rimuovere la facciata di Abu Simbel, che ormai è il simbolo del parco! Allora, meglio prendere quello messo peggio tra i due, e stravolgerlo completamente, pur mantenendone l'ambientazione. Il come, poi, è un altro discorso: giusto? sbagliato? non so, ma se non altro, Abu Simbel è ancora lì a dare lustro al parco, la giostra è ancora viva e salva, mentre molte altre vecchie glorie non ce l'hanno fatta e vivono solo nei nostri ricordi.

2- la sensazione che il parco ti dà.
Cosa ti aspetti da un parco? Cosa ti dà Gardaland? E cosa non ti dà, invece?
Io, che ripeto sono un frequentatore molto saltuario, cerco svago, divertimento, e magia. Non nel senso di Harry Potter, ma nel senso di trovare un altro mondo, un mondo di favola, e vivere un giorno in un mondo di favola.
Passeggiare per Gardaland mi dà la magia che cerco: è un parco curato, verde, a tratti fumettoso, tematizzatissimo, con personaggi di vario genere che ti capita di incontrare. L'impronta è quella di una Disneyland "de noartri", molto più in piccolo; tu cammini per un mondo di favola, e incontri personaggi da favola, passando dal far west all'oriente e alla Polinesia. Questa per me è magia.
Come divertimento, la varietà delle giostre di Gardaland, francamente, mi soddisfa appieno: trovo di tutto, da giostre più tranquille a quelle più intense, anche troppo (non salirò mai su Oblivion!!!! :) :) ). C'è tutto quello che serve per una giornata di escursione, passando progressivamente dall'"Easy" all'"Hardcore"!! E inoltre, ogni giostra mi riporta nella magia per come è realizzata (vedi Fuga da Atlantide!!)
Come svago, ovvero tutto ciò che ti rilassa, e che alla fine è l'anima del commercio di Gardaland, direi che non c'è neanche il bisogno di sottolinearlo: oltre a spettacoli e intrattenimenti, ho trovato ristoranti più che validi (il mio preferito è Il Corsaro Nero), ci sono passeggiate rilassanti (come quella che circonda Fuga Da Atlantide), il paesaggio è sempre molto bello.
Ok, il rovescio della medaglia è quanto costa stare dentro al parco; paghi per qualsiasi cosa, anche per sparare acqua ai malcapitati su Colorado Boat, ma per quanto mi riguarda va tutto messo in preventivo, e diciamo che voglio tollerarlo.
Cos'è che non mi dà, questo parco, invece? Forse un po' di "assistenza" in alcune delle fasi della mia permanenza. Ad esempio, fare file troppo lunghe con bambini piccoli può essere davvero un problema: potrebbero prevedere una sorta di "area di stazionamento" dove i piccoli potrebbero giocare, nel frattempo che i genitori finiscono di fare la fila. Inoltre, sarebbe gradito anche un aiuto nei lunghi spostamenti, ad es. un mezzo di trasporto (una bidonvia? un altro trenino?) per andare da un lato all'altro del parco, o all'uscita (ad es., da Kung Fu Panda al Blue Tornado).

Mi rendo conto che ci sono molti frequentatori assidui che, invece, conoscendo molto bene il parco, pretendono continui miglioramenti, che forse tardano ad arrivare.
Gardaland, tuttavia, è ormai un parco di fama mondiale, e una struttura molto grande. Tenere in piedi la baracca è un compito manageriale estremamente complesso, anche data la concorrenza in tutto il mondo e i continui confronti. Il "Gardaland" del 1989 non avrebbe aria per sopravvivere, oggigiorno, ed espandersi, come territorio ma anche come strutture (alberghi) è un passo necessario per rimanere a galla.
Molte scelte dirigenziali sono discutibili e, in certi casi, decisamente impopolari. Tuttavia, Merlin, e tutta l'imprenditoria alla guida di Gardaland, non ha alcun vantaggio nell'imbruttire Gardaland, o nel non cercare di migliorarla. Anche se dovesse essere intenzionata a vendere, il valore dell'asset Gardaland comprende parco e alberghi, sì, ma anche i cosiddetti valori "intangibili" come avviamento e popolarità. Aumentare la popolarità di un parco ne aumenta il valore, e questa è la leva dell'imprenditore. Ogni scelta aziendale è motivata al miglioramento del parco, probabilmente non nella direzione che un individuo preferirebbe.

Ok, termino qui questa che non vuole essere un'arringa difensiva pro Merlin, ma solo un modo di buttare un po' di acqua sul fuoco che sta bruciando su questi forum.
Cerchiamo di pensare al parco in funzione di quello che ci dà, e non in funzione di quanto qualcun altro ci stia guadagnando.
Non stiamo qui per fare i conti in tasca a qualcuno.
Stiamo qui per divertirci!

Rispondi

Torna a “Gardaland Resort”