Roma Theme Parks

Forum dedicato alle discussioni sugli altri parchi in Italia.
Avatar utente
elvis
Messaggi: 553
Iscritto il: 18 luglio 2010, 22:03
Località: Sant'Agata Bolognese(BO)

Re: Roma Theme Parks

Messaggio da elvis » 1 ottobre 2018, 22:45

Forse peppe2994 considera solo i zoosafari come veri zoo(interpreto io così),questi zoo cittadini vecchio stile van via scomparendo(fino agli anni '90 tutte le città avevano uno zoo,adesso solo Napoli e Pistoia),ma non andiamo ot.
Ritornando al topic,per me frà i 6 l'unica delusione è il Luneur,non ha senso un parco così,non lo capisco,li si che era meglio fare un parcheggio,delle case o un centro commerciale piuttosto che un affare(non so come definirlo)del genere.
Gli altri son buoni,bisogna solo dargli tempo.Tra l'altro Zoomarine,che per tutti è il più brutto,riceve solo premi,è il più visitato e và a gonfie vele.
Ripeto e lo ripeterò sempre,il guest italiano è diverso da tutti gli altri e soprattutto da noi maniaci(che vorremmo una Disneyland in ogni angolo della strada o in ogni comune):allora in Italia ci sono 7 mesi con medie di 40 gradi e punte di 50(ormai anche sulle Dolomiti),secondo voi all'italiano medio,non maniaco come noi,ad agosto,sotto 45°,li piacerebbe di più il castello di Cenerentola o la Cinepiscina :mrgreen: voglio risposta sincera e obbiettiva(non soggettiva) :twisted:

Avatar utente
Pascal
Messaggi: 380
Iscritto il: 20 giugno 2017, 10:07

Re: Roma Theme Parks

Messaggio da Pascal » 2 ottobre 2018, 6:53

La cinepiscina, ma uno va in un parco acquatico o in una piscina vera a passare la giornata, non a cinecittà world o in generale in un parco tematico.
Comunque sia in Europa che in Italia (soprattutto al nord) sono presenti ancora molti zoo o comunque parchi che non sono zoosafari e sono molto migliori. Detto questo non bisogna di certo buttarlo via il bioparco.

Avatar utente
peppe2994
Messaggi: 13616
Iscritto il: 17 maggio 2009, 11:52

Re: Roma Theme Parks

Messaggio da peppe2994 » 2 ottobre 2018, 10:57

elvis ha scritto: Ripeto e lo ripeterò sempre,il guest italiano è diverso da tutti gli altri e soprattutto da noi maniaci(che vorremmo una Disneyland in ogni angolo della strada o in ogni comune):allora in Italia ci sono 7 mesi con medie di 40 gradi e punte di 50(ormai anche sulle Dolomiti),secondo voi all'italiano medio,non maniaco come noi,ad agosto,sotto 45°,li piacerebbe di più il castello di Cenerentola o la Cinepiscina :mrgreen: voglio risposta sincera e obbiettiva(non soggettiva) :twisted:
Togli il fattore meteo, il paese Italia è troppo diverso da tanti altri. Ci sono n-mila attrazioni naturali, culturali ed artistiche alternative, cosa che imho quasi ovunque altrove manca.
Questo è un aspetto fondamentale. Da qualche parte ne avevamo già parlato.

Avatar utente
Andrez
Messaggi: 2027
Iscritto il: 27 giugno 2011, 12:59
Località: Bergamo

Re: Roma Theme Parks

Messaggio da Andrez » 2 ottobre 2018, 12:15

secondo me non è una questione di diversità degli italiani agli stranieri,semplicemente sia americani che tedeschi(per prendere 2 esempi non a caso)sono stati abituati meglio di noi
Europa Park <3
Disney Dreams *.*

Avatar utente
alexxx1209
Messaggi: 1728
Iscritto il: 29 luglio 2009, 9:56
Località: Weinsheim (Kr. Bad Kreuznach), Germania
Contatta:

Re: Roma Theme Parks

Messaggio da alexxx1209 » 2 ottobre 2018, 12:39

Non prendiamo gli italiani per scemi.
Se veramente siamo abituati male, perché tutti i parchi italiani vanno a rotoli? Perché fanno schifo.(volutamente cattivo, non prendete tutto alla lettera)

Non illudiamoci con Gardaland che ormai vive di gloria riflessa. Anche Gardaland sta andando male, altrimenti avremmo ora investimenti al pari dei corsari o della Valle dei Re.

Tornando a Roma, abbiamo il bioparco, maltrattato per quanto non curato (l'ultima volta c'erano erbacce e sporcizia per la strada).
Rainbow Magicland che sta diventando in bianco e nero, visto che non verniciano più nulla.
Cinecittà World che non è mai decollato e solo ora sta ricevendo ingressi, ma ad un prezzo terribile (gestione che conosciamo benissimo).
Sea Life che non ha aperto e pure durante la conferenza stampa era già criticato.
Luneur che è bello e colorato, ma solo per bambini e in una zona circondato da prostitute e drogati (la sera ne è pieno).
Infine abbiamo zoomarine che è cemento grigio e triste e piscine sovraffollate, ma che è l'unico che sembra avere una via di salvezza.

Il tutto stranamente ricorda tutte le altre attrazioni di Roma, lasciate sopravvivere alla bene e meglio, sommerse dall'abusivismo.

Mi dispiace, in Italia siamo abituati troppo bene, e viviamo di luce riflessa anche noi, adagiandoci su quello che è il nostro bene più prezioso, il patrimonio storico che ci è stato regalato da anni e anni di civiltà.

Ma noi amiamo vivere nel degrado, così l'unica fonte di guadagno che dovremmo avere, non siamo capaci di valorizzarla.
Ed è così per tutto.


Infine, tornando al topic, Orlando è un gradino sotto a Roma. Usciti dai resort Disney e Universal trovi solo tristezza e umidità, mentre noi abbiamo l'Urbe :lol:
Alessandro Ricci

Immagine

Avatar utente
Sbirulino
Messaggi: 978
Iscritto il: 4 novembre 2008, 12:36
Località: Roma

Re: Roma Theme Parks

Messaggio da Sbirulino » 2 ottobre 2018, 12:50

Daccordo al 190% con alexxx1209.
Tutto quello che hai sempre voluto è dall’altro lato della paura.

Avatar utente
Pascal
Messaggi: 380
Iscritto il: 20 giugno 2017, 10:07

Re: Roma Theme Parks

Messaggio da Pascal » 2 ottobre 2018, 18:07

D'accordissimo, non fa una piega. Primo o poi però bisognerà trovare una via risolutiva o altrimenti, se continueremo a vivere di rendita grazie al passato, ad un certo punto sprofonderemo.

Avatar utente
Andrez
Messaggi: 2027
Iscritto il: 27 giugno 2011, 12:59
Località: Bergamo

Re: Roma Theme Parks

Messaggio da Andrez » 2 ottobre 2018, 19:45

alexxx1209 ha scritto:Non prendiamo gli italiani per scemi.
Se veramente siamo abituati male, perché tutti i parchi italiani vanno a rotoli? Perché fanno schifo.(volutamente cattivo, non prendete tutto alla lettera)
ma io infatti non ho mai detto che gli italiani sono scemi,sto semplicemente dicendo che siamo stati abituati peggio di altre nazioni,che non vuol dire avere le fette di salame sugli occhi e non vedere che parchi come gardaland non sono più qualitativamente eccellenti
Europa Park <3
Disney Dreams *.*

seph78
Messaggi: 1019
Iscritto il: 19 giugno 2011, 23:45

Re: Roma Theme Parks

Messaggio da seph78 » 3 ottobre 2018, 9:13

Storicamente non siamo abituati ai parchi tematici, almeno parlo per Roma. Ma ci piacciono le giostre.
Parlando per me, la passione e la presa di coscienza è scattata quando sono andato ad orlando, prima vedevo un'insieme di giostre e basta.

Purtroppo con questi mezzi parchi questa presa di coscienza non ce l'avrà mai il pubblico di Roma e continueranno a lamentarsi perchè ci sono poche giostre, ci sono troppe file alle giostre, non funzionano le giostre e non che ci sono spettacoli ridicoli, la manutenzione è imbarazzante, non c'è una storyline, etc etc.

Il classico cane che si morde la coda anche dal punto di vista artistico, oltre che economico.

Avatar utente
Sbirulino
Messaggi: 978
Iscritto il: 4 novembre 2008, 12:36
Località: Roma

Re: Roma Theme Parks

Messaggio da Sbirulino » 3 ottobre 2018, 12:52

Diciamo che il romano medio è rimasto alle giostre del Luneur. Quindi quando va nei parchi si aspetta tematizzazione ridotta al minimo (il Luneur un minimo di tematizzazione ce l'aveva e la vegetazione faceva il resto) ma tante attrazioni da Luna Park (soprattutto frullastomaco). E questa mentalità cozza con la mentalità dei parchi a tema. Al romano medio serve un parco come Mirabilandia. Una via di mezzo (di lusso) tra luna park e parco a tema.
Tutto quello che hai sempre voluto è dall’altro lato della paura.

Avatar utente
elvis
Messaggi: 553
Iscritto il: 18 luglio 2010, 22:03
Località: Sant'Agata Bolognese(BO)

Re: Roma Theme Parks

Messaggio da elvis » 4 ottobre 2018, 2:10

Son d'accordo con te sbirulino =D> ma il discorso mentalità non lo limiterei al solo romano ma proprio a tutti l'italiani,che non gli interessa niente,uguale a 0,dei parchi a tema.Anche su Mira è giusto,infatti quello che vedo meglio è Cinecittà,che li basta aggiungere qualche ride,nuova o anche riciclata dall'Italia o dall'estero(sogno mio-magnus colossus di terra mitica,come ci starebbe bene qui [-o< )e diventerebbe la Mira di Roma.
Quello che non mi convince è Rainbow,troppo perfetto,troppo bomboniera,troppo da nord-europa,quello che rischia di più la chiusura.
Anche il Luneur è affatto convincente,ma nel contesto con la Nuvola+lago+acquario,forse insieme si aiuteranno a sopravvivere :?: Se poi veramente il Sea Life non apre,allora \:D/ ciao ciao Luneur.
Zoomarine e Bioparco saranno immortali :D
Poi una considerazione ot:come conta tantissimo la location,se Felifonte(mio parco preferito al mondo :wink: )se lo mettevano qui a Roma,non solo era aperto,ma sarebbe sulla cresta dell'onda,come il cacio sui maccheroni :lol:

Avatar utente
alexxx1209
Messaggi: 1728
Iscritto il: 29 luglio 2009, 9:56
Località: Weinsheim (Kr. Bad Kreuznach), Germania
Contatta:

Re: Roma Theme Parks

Messaggio da alexxx1209 » 4 ottobre 2018, 8:49

Io sinceramente conosco tante persone che non amano i parchi, schifano Rainbow, ma hanno amato Disneyland Paris.

Siamo sinceri, ci accontentiamo anche di poco, ma quel poco deve essere ormai più di Mirabilandia o Gardaland. Quindi non è così poco, come sembra dai messaggi precedenti.

Nessuno, dopo aver visto Europa park, lo ha schifato, di quelli che conosco.
Siamo abituati male? Sì
Ci accontentiamo di poco? no, e la dimostrazione è lo stato dei parchi italiani
seph78 ha scritto:Storicamente non siamo abituati ai parchi tematici, almeno parlo per Roma. Ma ci piacciono le giostre.
Allora perché non ci sono grossi lunapark itineranti come in tutta Europa?

Non penso che il romano medio ami le giostre, il romano medio ama molto di più bagnarsi e mettersi in mostra. Quindi va bene la giostra singola, come prova di coraggio. Va bene il mare dove ci si bagna e si mostra il fisico.
Ma Roma non è il romano. Roma è la Capitale d'Italia e potrebbe essere la meta turistica per eccellenza se ben sfruttata. E una Disneyland Roma, potrebbe anche funzionare, se evitassimo di uccidere tutte le multinazionali che entrano in città.

Comunque qui si scende nel politico e non è posto adatto questo.

Io ho trovato il modo per avere finalmente uno o più parchi decenti vicino alla mia città :lol:
Alessandro Ricci

Immagine

Avatar utente
APEMAN
Messaggi: 3031
Iscritto il: 11 febbraio 2010, 13:06

Re: Roma Theme Parks

Messaggio da APEMAN » 4 ottobre 2018, 10:32

Penso che il problema sia la cultura del divertimento, in Italia è, purtroppo diversa che nel resto d’Europa, ad esempio il discorso che il romano o anche l’italiano, preferirebbe le “giostre” alla tematizzazione, mi fa sorridere, i nostri Luna Park impallidiscono rispetto a quelli delle varie Volksfest in Germania. Il nostro problema è capire che il mondo offre di più di quello che abbiamo nel nostro paese, e pretenderlo anche in Italia , sono straconvinto che viaggiare e vedere paesi stranieri, possa aprire il cervello a molti, e spingerli ad pretendere luoghi migliori per il proprio divertimento. Il mio discorso potrebbe suonare esterofilo, ma recentemente ho letto che il 55% degli italiani non è mai stato in un altro paese europeo, come dato lo trovo agghiacciante....
Die Familie Mack ist der beste! Europa Park N°1

Avatar utente
Sbirulino
Messaggi: 978
Iscritto il: 4 novembre 2008, 12:36
Località: Roma

Re: Roma Theme Parks

Messaggio da Sbirulino » 4 ottobre 2018, 12:52

alexxx1209 ha scritto: Non penso che il romano medio ami le giostre, il romano medio ama molto di più bagnarsi e mettersi in mostra.
Questo è vero.
APEMAN ha scritto: Il mio discorso potrebbe suonare esterofilo, ma recentemente ho letto che il 55% degli italiani non è mai stato in un altro paese europeo, come dato lo trovo agghiacciante....
Si ok però non credo che quelli che decidono di aprire un parco a tema non abbiamo mai visitato un parco tematico almeno in europa.
Quindi perchè in Italia i parchi a tema aprono e fanno impallidire? Perchè li gestiscono malissimo? Colpa della cultura (inesistente) del divertimento italiano?
Tutto quello che hai sempre voluto è dall’altro lato della paura.

Avatar utente
peppe2994
Messaggi: 13616
Iscritto il: 17 maggio 2009, 11:52

Re: Roma Theme Parks

Messaggio da peppe2994 » 4 ottobre 2018, 13:35

Aprono e fanno impallidire perché sono partiti con la pretesa di diventare dei colossi in pochi anni, il tutto spendendo cifre ridicole.

Rainbow MagicLand, cinecittà world hanno sparato previsioni di milioni e milioni di visitatori annuali.
Sono partiti tutti dal presupposto cretino che basta buttare quattro attrazioni una accanto l'altra spendendo un paio di centinaia di milioni ed il parco è fatto. Un ragionamento di una provincialità da far tremare.

Le persone serie, brave, competenti al tempo di Rainbow MagicLand e cinecittà world idearono progetti bellissimi, che potevano davvero competere se non superare le realtà internazionali. Il costo base era ovviamente il doppio di quanto alla fine speso effettivamente. Poi sono arrivati gli investitori ed i luminari del settore parchi di turno con l'illusione che spendendo la metà potevano fare soldi lo stesso.

Ed ecco che ci ritroviamo quello che c'è oggi. Strutture con debiti enormi che non guadagneranno mai niente, sull'orlo del chiudo/non chiudo.
Questo porta dritti al secondo punto. La gestione pessima è dovuta alle entrate pessime. Ovvio che quando i presupposti sono questi anche un euro di carta igienica risparmiata aiuta a tenere a galla la baracca.

Non dimenticherò mai le parole di Francesco Russello, il direttore di Etnaland. Prima di investire 65/70 milioni di euro disse parole semplici, ma illuminanti: "Facendo i conti è garantita la sostenibilità economica del progetto anche soltanto mantenendo i livelli di presenze attuali", il che ha permesso di ampliare la struttura ed arrivare anche ad una crescita costante con un lento, ma programmato e senza sorprese risanamento del debito.
Questo modo di procedere non è certo unico. Tanto Leolandia quanto Cavallino Matto, oltre che alte strutture più piccole, parchi acquatici in particolare, hanno dimostrato di saper fare dei piani realistici, ed operare in base a tali piani senza esporsi al rischio default. Questo ovviamente influisce anche sulla qualità del servizio offerto all'ospite, che non scende, poiché ha dei costi già previsti nei bilanci previsionali.

Nel caso di Rainbow MagicLand il progetto iniziale prevedeva 49 attrazioni divise in 8 aree tematiche e 5 teatri. 1,2 miliardi da ripartire tra outlet e parco. Presenza di attrazioni mai viste in Europa. Poi il budget è precipitato a 300 milioni, ed un progetto già vecchio di 10 anni che non ha minimamente tenuto conto dei passi avanti fatti da altre realtà internazionali.

Per cinecittà world la cosa è più drammatica. Nel 2009 presentarono un progetto spaziale con 38 attrazioni, associate a spettacolari tematizzazioni di Dante Ferretti. Tutto cestinato con tagli superiori al 50%.
Che ci poniamo a fare le domande ? La questione è chiara, ed era anche altamente prevedibile. Il tempo ovviamente da sempre ragione. Ormai il danno è fatto, non si torna indietro e sono state disintegrate le basi per andare avanti e programmare un futuro.

Rispondi

Torna a “Altri parchi in Italia”