Curiosità sui parchi italiani

Forum dedicato alle discussioni sugli altri parchi in Italia.
Rispondi
Avatar utente
gengotti
Messaggi: 36
Iscritto il: 6 febbraio 2006, 10:47
Località: Milano

King Kong (quello "vero") a Fiabilanda

Messaggio da gengotti » 6 febbraio 2006, 11:25

Era il 1976.
Dino de Laurentiis aveva appena avuto un successo mondiale con la nuova versione di "King Kong", quella dove lo scimmione si arrampica sulle Torri Gemelle invece che sull'Empire State Building.

Alla fine della pellicola, il gorillone precipita nel piazzale antistante, morendo per il colpo.

Questo pupazzone ENORME, a grandezza "naturale" che era stato creato da Rambaldi, dopo pochi mesi ha preso la nave ed è stato esposto prima alla fiera di Rimini, e poi a Fiabilandia, dove è stato esposto per qualche anno.

Immaginatevi di sotto un tendone e di trovarvi all'improvviso davanti ad un gorillone pià grande di una balena, morto, con la bocca spalancata...

Uno spettacolo davvero impressionante.


Poi, pian piano, i materiali coi quali era costruito, hanno iniziato a dare i primi cedimenti (beh, era stato costruito per poter girare una scena di un film, non per essere esposto in perpetuo),
ed il cadavere in grandezza reale di King Kong ha trovato la strada per la... pattumiera.



Da qualche parte devo anche avere le foto...


Franco
3D? WOW!..................................WWW

Avatar utente
Fabio Ghiotto
Messaggi: 164
Iscritto il: 22 marzo 2003, 21:49
Località: Nottingham (UK)
Contatta:

Messaggio da Fabio Ghiotto » 6 febbraio 2006, 12:21

Qui siamo molto "affamati" di questo tipo di informazioni e di foto curiose sui parchi. Perciò se riesci a trovare qualche foto e a postarla, sarebbe bellissimo!!
QuandoDesideriQualcosa,TuttoUniversoCospiraPerchèTuLaOttenga

Avatar utente
Marco Bressan
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1137
Iscritto il: 8 aprile 2003, 12:59
Località: codroipo

Re: King Kong (quello "vero") a Fiabilanda

Messaggio da Marco Bressan » 6 febbraio 2006, 13:01

gengotti ha scritto: Poi, pian piano, i materiali coi quali era costruito, hanno iniziato a dare i primi cedimenti (beh, era stato costruito per poter girare una scena di un film, non per essere esposto in perpetuo),
ed il cadavere in grandezza reale di King Kong ha trovato la strada per la... pattumiera.

NO NO NO, caro Franco, in quanto scenografo (in passato) di Fiabilandia ti contraddico alla grande!!! [-per [-per [-per

King Kong di Rambaldi fu, come giustamente dici, prima acquistato da Fiabilandia, e svenduto poi dalla ex-direttrice del parco (nei primi anni 90) ad un parco della provincia napoletana ("Ditellandia", parco divertimenti acquatico-meccanico).
La direttrice di allora lo vedeva come un "inutile ingombro".
A Fiabilandia sono coscenti della "mossa" poco intelligente di darlo via quasi regalato, perché oggi sarebbe un cimelio interessante!

Dunque King Kong ancora oggi esiste, sotto una tensostruttura com'era anche a Fiabilandia.
Non é assolutamente stato buttato nella pattumiera (ma che te l'ha suggerita questa cosa della pattumiera?).

Ciao
Marco
Marco Bressan
Moderatore della community

Avatar utente
gengotti
Messaggi: 36
Iscritto il: 6 febbraio 2006, 10:47
Località: Milano

Messaggio da gengotti » 6 febbraio 2006, 13:20

Mai fui più contento d'esser contraddetto!

Mi commuovo quasi al pensiero che quelle tonnellate
di gomma e pelo ancora "vivano" fisicamente da qualche parte
e non solo nel mio ricordo...

Evidentemente ho avuto delle notizie sbagliate,
oppure questa svendita era stata equiparata alla pattumiera...


A questo punto sarei curioso di saperne di più sulla nuova casa del mostro...


Franco
3D? WOW!..................................WWW

Avatar utente
Silvia Forghieri
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 1417
Iscritto il: 21 agosto 2003, 10:35
Località: Como
Contatta:

Messaggio da Silvia Forghieri » 6 febbraio 2006, 13:34

Ecco un paio di foto che risalgono alla mia prima visita a Fiabilandia. Se non sbaglio era il 1991 o forse addirittura qualche anno prima...

Immagine

Immagine
Silvia Forghieri

Redazione Parksmania.it

Avatar utente
gengotti
Messaggi: 36
Iscritto il: 6 febbraio 2006, 10:47
Località: Milano

Messaggio da gengotti » 6 febbraio 2006, 14:04

ma gli hanno scavato la fossa?

Quando ci sono stato io era semplicemente sdraiato per terra
senza alcuna protezione e lo si poteva pure toccare...

Anzi, nella foto che ho in qualche scatolone in qualche garage,
gli metto addirittura una mano in bocca...
3D? WOW!..................................WWW

Avatar utente
gengotti
Messaggi: 36
Iscritto il: 6 febbraio 2006, 10:47
Località: Milano

Messaggio da gengotti » 6 febbraio 2006, 14:05

Silvia Forghieri ha scritto: Immagine

tu sei quella dietro?... :wink:
3D? WOW!..................................WWW

Avatar utente
Marco Bressan
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1137
Iscritto il: 8 aprile 2003, 12:59
Località: codroipo

Messaggio da Marco Bressan » 6 febbraio 2006, 17:39

gengotti ha scritto: Quando ci sono stato io era semplicemente sdraiato per terra
senza alcuna protezione e lo si poteva pure toccare...

Anzi, nella foto che ho in qualche scatolone in qualche garage,
gli metto addirittura una mano in bocca...
Credo che adesso sia all'interno di un "tendone" analogo a quello delle foto.
Se pubblichi le foto sul forum mi farebbe molto piacere!

marco
Marco Bressan
Moderatore della community

Avatar utente
Marco Bressan
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1137
Iscritto il: 8 aprile 2003, 12:59
Località: codroipo

Curiosità sui parchi italiani

Messaggio da Marco Bressan » 11 aprile 2006, 21:06

vorrei proporre un topic "in progress" che duri nel tempo, nel quale si possono raccontare aneddoti e curiosità che si presume molti possano non conoscere...non news, ovviamente, ma curiosità varie (tecniche, dietro le quinte, aneddoti).

Inizio con una curiosità relativa ad AGARTA, il megaparco che doveva essere costruito a Roma una decina di anni fa, e più volte ripresentato alla stampa anche in anni recenti (2004?).

Bene.... forse non tutti sanno che... una parte di Agarta (o progetto "Ultrapolis 3000"), é già stata costruita, ed é in abbandono da anni!
Il fatto é che questo megaparco doveva essere il secondo di una catena, dopo un primo costruito a Singapore da ditte principalmente italiane, tra le quali la "A.D.A.", advanced development attractions, costituita a L'Aquila in seguito alla riconversione di una azienda ingenieristica (credo bellica!). Pare che queste ditte abbiano beneficiato all'epoca di grande sostegno politico e di fondi pubblici (il progetto venne molto pubblicizzato da istituzioni e mezzi di informazione).
Mentre era in costruzione il parco di Singapore, una seconda Ultrapolis o Agarta era stata già pianificata per l'Italia, a Roma, appunto.
Purtroppo il faraonico progetto si fermò in corso di realizzazione, e fallirono le numerose aziende costruttrici, tra le quali appunto la ADA.
Nella fabbrica dell'Aquila, se non é stato tutto smaltito dal curatore fallimentare, c'erano capannoni pieni di scenografie pronte per diventare gran parte del, o dei, parchi Agarta.
Non solo scenografie (colonne, parti di edifici, mostri, animatronici ecc..), ma anche prototipi di dark ride con tanto di binario funzionanti montati nel parco della fabbrica (ad esempio una specie di camionetta-jeep con un animatronico alla guida, simile a quella di Indiana Jones the Ride!).
Che fine ha fatto tutto questo? boh!

magoz
Marco Bressan
Moderatore della community

galvy
Messaggi: 146
Iscritto il: 4 luglio 2005, 14:05
Località: Verona - Milano

Messaggio da galvy » 12 aprile 2006, 14:54

strano che non abbiano provato a rivendere le attrazioni e le scenografie se fossero state belle sicuramente qualche parco anche non italiano li avrebbe acquistati, magari ad un prezzo inferiore

Avatar utente
Roberto Canovi
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 2463
Iscritto il: 24 dicembre 2002, 19:02

Messaggio da Roberto Canovi » 12 aprile 2006, 16:56

Alcuni anni fa, nel corso di una consulenza per la realizzazione di un parco (in cui è stato coinvolto anche Magoz), era saltata fuori l'ipotesi di andare a vedere cosa di buono era rimasto, ma poi, la cosa è saltata perchè eravamo stati informati del fatto che era tutto fatiscente.
Non abbiamo mai verificato direttamente, però, ci siamo solo fidati della parola di chi lo ha riferito.
In ogni caso non credo davvero si sarebbe potuto recuperare qualcosa di utile.
Roberto Canovi
Moderatore della community

Avatar utente
Cesarina Balconi
Messaggi: 1342
Iscritto il: 24 settembre 2003, 1:06
Località: Como

Re: forse non tutti sanno che...CURIOSITA' SUI PARCHI ITALIA

Messaggio da Cesarina Balconi » 12 aprile 2006, 17:36

magodioz ha scritto:vorrei proporre un topic "in progress" che duri nel tempo, nel quale si possono raccontare aneddoti e curiosità che si presume molti possano non conoscere...non news, ovviamente, ma curiosità varie (tecniche, dietro le quinte, aneddoti).
Bella idea, Marco! E chi meglio di te può espanderla? :wink: Tu conosci senz'altro molti restoscena che noi comuni parksmaniaci ignoriamo. Perciò aspetto volentieri altri "racconti". :) Ciao!
Cesarina Balconi
Parksmania Club Staff

Avatar utente
Marco Bressan
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1137
Iscritto il: 8 aprile 2003, 12:59
Località: codroipo

Messaggio da Marco Bressan » 12 aprile 2006, 20:22

Roberto Canovi ha scritto:Non abbiamo mai verificato direttamente, però, ci siamo solo fidati della parola di chi lo ha riferito.
In ogni caso non credo davvero si sarebbe potuto recuperare qualcosa di utile.
Dalle foto che ho... c'era fior fiore di cose da recuperare! addirittura preziosi macchinari e strumenti da lavoro costosissimi.
In quanto a scenografie, la vetroresina non va "a male": sotto la pioggia si sporca ma resta buona! si parla di decine e decine di metri di pareti, colonne, capitelli, tetti, statue ed elementi architettonici di edifici fantasiosi e costruzioni antiche pronti per essere assemblati.
In più decine di animatronici nuovi e sculture incellophanate.
Chi aveva riferito che era tutto fatiscente? non io, ma non ricordo chi!

Diversi parchi sono andati a vedere se recuperare qualcosa, ma la roba anche se svenduta non veniva certo regalata!
Chi é andato a vedere la merce, non lo ha fatto per portarsi a casa una o due sculture (forse si poteva fare anche quello magari), ma per comporre un'intera attrazione o scenografia per il suo parco.
Evidentemente anche se a buon mercato la cosa comportava un esborso discreto per l'acquirente.
I percorsi dei prototipi di dark-ride, invece, erano davvero fatiscenti perché in parte scoperti e le vetture esposte alle intemperie (ruggine nei circuiti elettrici ecc..).

Questo é quanto...
Marco Bressan
Moderatore della community

Avatar utente
Diego Gambini
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 88
Iscritto il: 12 settembre 2004, 13:37
Località: Toscolano Maderno (BS)

Messaggio da Diego Gambini » 13 aprile 2006, 9:21

Grande magodioz, appoggio in pieno questo topic.
Più volte to ho espresso ammirazione per tutte le curiosità che conosci sul mondo dei parchi di cui noi parksmaniaci siamo, oviamente, ghiotti.

Quindi non vedo l'ora di leggere molte cose qui, tue e di altri.

Rilancio la proposta di inserirle poi tutte in una sezione apposta sul sito, pubblica o riservata a noi associati. Un semplice post è destinato col tempo a eclissarsi, scomparire o venire frammentato da altre risposte (come la mia :oops: )...

Bellissima idea.

Diego
Diego Gambini
Moderatore della community

Avatar utente
Marco Bressan
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 1137
Iscritto il: 8 aprile 2003, 12:59
Località: codroipo

Messaggio da Marco Bressan » 13 aprile 2006, 9:26

diegogamba ha scritto: Bellissima idea.

Diego
Anche la tua Diego! Grazie molte!
Marco Bressan
Moderatore della community

Rispondi

Torna a “Altri parchi in Italia”